Thomas Torelli: «Nasce la tv della consapevolezza»

La tv della consapevolezza positiva, che sia fonte di energia e motivazione per cambiare in meglio se stessi e il mondo. Progetto ambizioso? Sì, ma il regista Thomas Torelli è avvezzo ad affrontare (e vincere) sfide ambiziose. E oggi parte con questa nuova idea, "Un altro mondo tv", che ha valori alti e radici ben piantate a terra. A cui ciascuno di voi può aggregarsi!

29 Luglio 2019

Si chiamerà “Un altro mondo tv”, con un acronimo, UAM-Tv, che è già entrato nel lessico quotidiano degli oltre mille pre-abbonati che hanno già aderito al progetto. Mente e anima della UAM-Tv è Thomas Torelli, regista romano che ha conquistato notorietà con docu-film impegnati (e dall’impatto positivo) quali “Un altro mondo” , “Food ReLOVution” e “Choose Love”.

Ora Torelli lancia quella che sarà una web tv delle buone notizie, di ciò che intorno a noi c’è di positivo (tanto) e che può motivare tutti a vedere presente e futuro da una prospettiva differente. La campagna di pre-abbonamento durerà fino a metà agosto

Qui tutte le informazioni anche per aderire .

Poi da settembre i pre-abbonati potranno testare per primi programmi e canali e da novembre l’abbonamento sarà sottoscrivibile da tutti, a una cifra assolutamente accessibile: 6-7 euro al mese.

Thomas, c’è tanto bisogno di positività, gioia, amore, buone pratiche per "guarire" noi e il nostro pianeta. Lo hai raccontato nei tuoi film e ora lo racconterai con una televisione. Il coronamento di un impegno?

Il mio impegno durerà tutta la vita, non mi sento arrivato; ma sicuramente sì, è uno dei progetti più importanti della mia vita e, oltre a essere il coronamento di un impegno, è anche ciò che mancava per tutte le persone, e sono tante, che ci seguono da tempo. Io ho portato i miei film in giro per l’Italia e l’Europa me li sono messi sulle spalle e li ho fatti conoscere a migliaia di persone, ma ci sono anche tanti altri autori che hanno realizzato lavori interessanti che vincono festival e che non hanno fatto la mia scelta e che quindi nessuno conosce. Il sistema naturalmente non aiuta, quindi ho deciso che c’era bisogno di una modalità per rendere questo patrimonio di cultura e consapevolezza disponibile al grande pubblico. I miei film hanno avuto molto successo perchè c’è un pubblico veramente ampio fatto di persone attente a questi argomenti. Quindi, perchè non far conoscere anche tanti altri progetti e lavori oltre ai miei? La tv sarà la modalità. Si potrà così dare un contributo al costante miglioramento della vita delle persone, nutrendo e sollevando il loro stato d'animo e aprendo nuove prospettive. Quando il pubblico vede i miei film, in sala si crea un’energia fortemente positiva, vibrazioni intense; ma poi quando tornano a casa loro l’effetto svanisce, si torna nell’ipnosi collettiva. Allora, il fatto che possano avere ogni giorno da una tv input positivi, può consolidare un modo diverso di vedere il mondo.

La tv è effettivamente capillare, arriva nelle case delle persone, è uno strumento che può essere potentissimo. Come hai avuto l'idea? E quale eco ed effetti ti attendi?

L'idea mi è venuta perchè negli anni di proiezioni e incontri con migliaia di persone mi sono reso conto del distacco incredibile che esiste tra ciò che le persone hanno voglia di vedere e ascoltare e ciò che i media propongono. Sembra quasi che ci sia un piano per utilizzare i media nella volontà di tenere la cultura e lo stato emotivo delle persone a livello bassissimo. I media convenzionali parlano sempre di divisione e di paura e ciò influenza in modo molto negativo l’animo delle persone. Ecco dunque l’idea di creare una tv che ribalti il paradigma di quella attuale, una tv dove si vedano cose che normalmente non si vedono da nessun'altra parte. Mi riferisco a inchieste a impatto positivo, film, documentari, approfondimenti su temi e argomenti che possono far vedere il mondo da un altro punto di vista. Insomma, una tv che racconti un altro mondo (che è già qui), tutti i giorni, con spunti e proposte. Credo che sia fondamentale mettere le persone nella condizione di riconoscersi e accorgersi che il mondo non è così terribile come ci viene raccontato. È pieno di cose, persone e storie belle e se vogliamo veramente rendere questo mondo un posto migliore dobbiamo cominciare a crederci, raccontarlo e passare all’azione; solo così le cose possono migliorare ulteriormente.

Spiegaci come sarà organizzata. Canali e programmi on demand? Sezioni tematiche? Produzioni indipendenti?

La tv sarà organizzato come una sorta di “netflix, ma della consapevolezza”. Costruiamo noi la piattaforma, quindi siamo indipendenti sotto tutti i punti di vista. Ci saranno documentari, i miei film ma anche lavori di altri autori che cercheremo per il mondo, italiani e non. Ci sarà una parte dedicata al giornalismo, al tg delle buone notizie: ogni giorno una notizia bella accaduta nel mondo. Poi produzioni indipendenti su autori e persone che in questi anni ho conosciuto e che vale la pena raccontare da vicino. E ancora, ci sarà il canale sull’economia, racconteremo storie di persone che hanno avviato attività che hanno prodotto ricchezza in modo positivo per loro, per il territorio, per le relazioni, in modo etico. Grande spazio sarà dedicato ai temi dell’ecologia e della sostenibilità e Terra Nuova avrà uno spazio per trattare e approfondire i temi che porta avanti da oltre quarant’anni. Si parlerà di storie vere e di persone che ce l'hanno fatta in una dimensione umana. Gli abbonati stessi potranno essere protagonisti raccontando le loro storie a lieto fine. I primi mille abbonati testeranno la tv da settembre. Poi da novembre sarà online.

Hai coinvolto partner e sponsor in questa impresa?

Abbiamo diviso il progetto in due fasi. La prima è in corso ora, con il pre-abbonamento. A quota mille pre-abbonati chiuderemo; avranno tutta una serie vantaggi tra cui prezzo scontatissimo, la partecipazione a un evento, l’accesso alla tv da settembre. Da novembre il prezzo dell’abbonamento sarà di 6-7 euro al mese, molto basso. Questo è stato reso possibile grazie al supporto di alcuni sponsor, naturalmente tutti impegnati su scelte etiche e approcci a noi comuni. Alcuni partner, come Terra Nuova, avranno uno spazio per i loro approfondimenti. Ci sarà per tutti obbligo etico di condivisione dei principi della TV.

Il manifesto etico della tua vita: raccontacelo. Che impronta stai lasciando e vuoi lasciare?

Per raccontarti il mio manifesto inizio prendendo in prestito le parole di Bertrand Russell, che hanno ispirato anche lo slogan della UAM TV “voci fuori dal coro”: "Non smettete mai di protestare; non smettete mai di dissentire, di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità, i luoghi comuni, i dogmi. Non esiste la verità assoluta. Non smettete di pensare.
Siate voci fuori dal coro. Siate il peso che inclina il piano. Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma. Siate sempre informati e non chiudetevi alla conoscenza perché anche il sapere è un’arma. Forse non cambierete il mondo, ma avrete contribuito a inclinare il piano nella vostra direzione e avrete reso la vostra vita degna di essere raccontata. Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai". Ecco, questa TV è una forma di dissenso verso un mondo che ha preso la direzione sbagliata, un contributo a riprendere la giusta direzione. Per me invece partendo dall’inizio, tutto è nato grazie al mestiere che amo tantissimo, quello del cinema, della regia, della narrazione. Con i documentari ho capito che tutto quello che facevo si completava se diventava un contributo al miglioramento del mondo. Da lì è nato il mio lavoro, che intendo quasi come una missione, e che ho sviluppato nel corso degli anni. Tutto ciò che faccio nasce da una motivazione superiore. Siamo in tanti a cercare di dare un contributo positivo per migliorare la nostra casa comune e prima o poi ce la faremo. Insieme.

Qui tutte le informazioni anche per aderire .

di Terra Nuova

La Musica, "Figurazione dell'Invisibile" Gaetano Di Domenico

25/08/2019 10:31

Virgolettata è la definizione di Leonardo da Vinci assegnata alla Musica, quale Arte sublime. Sto ultimando il CD "Panta rei - Tutto scorre" che vuole interpretare al meglio il concetto leonardiano e... non solo! Disponibile a presentarlo su U.A.M. TV. Un caro saluto a Thomas. Grazie.

Claudia

15/08/2019 18:47

c'è bisogno di verità

Si, Condivido il progetto ! Aerendil Gorini

02/08/2019 09:49

ho appena trovato su FB nelle pubblicazioni di un amica la presentazione di UAM-TV e l'apertura di questa pagina, ora cerco di aderire e sarei lieto di partecipare a questo progetto, in più modalità. sono oltre trenta anni che ho iniziato un percorso di vita in cui conoscendo il dentro e il fuori riconosci che sono un unica cosa e che esiste essere il non essere che non è ! in tutto questo viaggio l'Amore è l'energia neutrale che va oltre l'identificazione e uindi la dualita vista come scissione degli opposti. vedere il mondo in cui siamo convinti di essere da una prospettiva diversa ci aiuta ad essere sempre più nell'Energia Neutrale dell'amore incondizionato e da questo punto di vista è più facile fluire con il mondo attualevederne gli squilibri e riarmonizzarli, il tutto nel rispetto della libera scelta di ogni anima e di ogni essere nella propria esperienza del personaggio che sta vivendo in questa corpo. da qui molto spesso incontro nel mio vivere situazioni che avrebbero bisogno di essere mostrate e comprese, o che semplicemente utili. grazie !

Posta un commento