UAM.TV: partenza col botto per la web tv delle buone notizie

È partita UAM.TV ed è stata una partenza con il botto: migliaia di abbonati in tutta Italia per la televisione sul web che ci dà l'opportunità di conoscere e condividere storie, esperienze, informazioni, testimonianze di chi sta già "facendo" il cambiamento. E Terra Nuova avrà il suo canale.

23 Novembre 2019

Si chiama «Un altro mondo tv», con un acronimo, UAM.Tv , che è già entrato nel lessico quotidiano delle migliaia di abbonati che possono contare su ciò che si attendeva da tempo: una televisione che offrisse l'opportunità di conoscere e condividere storie, esperienze, informazioni, testimonianze di chi sta già "facendo" il cambiamento positivo che tutti sappiamo essere necessario.

Mente e anima della UAM-Tv è Thomas Torelli, regista romano che ha conquistato notorietà con docufilm impegnati (e dall’impatto positivo) quali Un altro mondo, Food ReLOVution e Choose Love.

L’abbonamento è sottoscrivibile da tutti e ogni sostegno servirà per far sì che questa sfida cresca e sia conosciuta. Non poteva mancare Terra Nuova, con i temi che segue da oltre quarant'anni seguendo l'evoluzione dele sensibilità e dei contenuti: avrà un proprio canale dove veicolerà intervista, cortometraggi, servizi e tanto altro.

«Questo è uno dei progetti più importanti della mia vita e, oltre a essere il coronamento di un impegno, è anche ciò che mancava per chi ci segue da tempo - spiega Thomas Torelli - Io ho portato i miei film in giro per l’Italia e l’Europa, li ho fatti conoscere a migliaia di persone, ma ci sono anche tanti altri autori che hanno realizzato lavori interessanti ma che nessuno conosce. Il sistema non aiuta, quindi ho deciso che c’era bisogno di una modalità per rendere questo patrimonio di cultura e consapevolezza disponibile al grande pubblico».

«L’idea mi è venuta perché negli anni di proiezioni e incontri con migliaia di persone mi sono reso conto del distacco incredibile che esiste tra ciò che le persone hanno voglia di vedere e ascoltare e ciò che i media propongono. Sembra quasi che ci sia un piano per utilizzare i media nella volontà di tenere la cultura e lo stato emotivo delle persone a livello bassissimo» spiega ancora il regista romano. «I media convenzionali parlano sempre di divisione e di paura e ciò influenza in modo molto negativo l’animo della gente. Ecco dunque l’idea di creare una tv che ribalti il paradigma di quella attuale, una tv dove si veda ciò che non si vede da nessun’altra parte, che racconti un altro mondo (che è già qui), tutti i giorni, con spunti e proposte. Credo sia fondamentale mettere le persone nella condizione di riconoscersi e accorgersi che il mondo non è così terribile come ci viene raccontato».

di Terra Nuova

Autenticità per non vendere e svendere Martina

27/11/2019 17:43

Una tv omeopatica, ecco cosa vorrei. Una tv dove si metta in risalto quello che c'è di buono. Perché c'è del buono. Io sono una donna salentina che insiste con passione su quella spiritualità che ognuno di noi ha e che dovremmo solo riscoprire. Mi sto impegnando in un progetto simile: far conoscere l'autenticità del Salento. Un esempio? Giovani che lavorano senza un centesimo in cambio per recuperare zone di campagna e farne dei luoghi dove si condivide cultura e colture antiche. Giovani che la domenica mettono su eventi gratuiti con.passeggiate e guide turistiche associate, con canti, balli tipici e storie. Il tutto raccontato per la gioia di stare insieme e tramandare ciò che siamo. Il rifiuto di questi giovani, dopo tanto seguito in zona, a lucrarci sù. E tanto altro. Se avessi avuto un tv così, come la vs.non avrei staccato le mie 2 televisioni e pagherei volentieri anche un canone per farmi/farci sperare. Il mio progetto è Vivi Salento. Far fare esperienze autentiche in Salento ai turisti. Il mio sogno è vivere di questo, ma solo il necessario senza strafare. Per il resto sarò ripagata dalla soddisfazione dei turisti. Siamo un gruppo di 3 giovani e non, ma con un argento vivo addosso alimentato dalla ns.passione: il salento antico ed autentico, quello che vissuto profondamente diventa un'esperienza indimenticabile.
In bocca al lupo a gente come noi
Martina

Posta un commento