Un picnic di Ferragosto amico dell'ambiente

Avete progettato un picnic con la famiglia o con gli amici per la giornata di Ferragosto? Magari nella natura, godendo della bellezza del paesaggio e dell'ombra fresca degli alberi? Ottimo! Ci sono anche alcuni accorgimenti che possono fare in modo che la vostra bella giornata di condivisione e festa sia anche amica dell'ambiente e a impatto (quasi) zero.

15 Agosto 2019

Avete progettato un picnic con la famiglia o con gli amici per la giornata di Ferragosto? Magari nella natura, godendo della bellezza del paesaggio e dell'ombra fresca degli alberi? Ottimo! Ci sono anche alcuni accorgimenti che possono fare in modo che la vostra bella giornata di condivisione e festa sia anche amica dell'ambiente e a impatto (quasi) zero.

- PIATTI, BICCHIERI E POSATE
Non usate la plastica usa e getta. Potete comprare piatti, bicchieri e posate in materiale compostabile, ma il consiglio è comunque di preferire in ogni caso stoviglie, bicchieri e posate di casa vostra. La scelta migliore è quella di coinvolgere ciascun partecipante nel portarsi le proprie se si tratta dei vostri amici o, se si tratta della famiglia, coinvolgere anche i bambini in questa scelta di consapevolezza e rispetto per l'ambiente.

- LA TAVOLA
Anche per la tovaglia e i tovaglioli optate non per prodotti in carta ma per la classica e morbida stoffa, utilizzando magari quella vecchia tovaglia della nonna da troppo tempo nell'armadio...

- GLI AVANZI
Per gli avanzi non usiamo pellicole o contenitori in alluminio: ottimi i barattoli di vetro con chiusura ermetica o i contenitori per cibo dotati di tappo. Una volta a casa potrete riutilizzarli, seguendo magari i consigli di Giuliana Lomazzi che trovate nel libro "Riciclare in cucina"

- LE BEVANDE
Meglio evitare le bibite gassate e in lattina, piene di zuccheri e non certo salutari. Sì magari a vino locale e birra artigianale se bevete alcolici: acquistateli in una piccola enoteca dove vendono vino sfuso e vi garantiscono il ritiro delle bottiglie vuote e magari anche vicino a dove siete diretti o vicino a casa vostra, nel rispetto del "chilometro zero". Poi acqua, ma non in bottiglia di plastica: meglio le borracce e le bottiglie di vetro riutilizzabili. È buona abitudine portare con se una tanica per il rifornimento di acqua fresca che si può trovare se si va in montagna.

- TRASPORTO
Se possibile utilizzate la bicicletta o i mezzi pubblici per raggiungere la vostra destinazione. Lasciate l'automobile in garage...e fate lo stesso con la moto se potete. Sarà un'avventura divertente anche per i vostri figli! 

- RIFIUTI
Vanno limitati il più possibile, e già seguendo i punti sopra elencati siete a buon punto (evitando anche di portarvi cose dagli imballaggi inutili). Non lasciate in natura bucce di frutta o altro cibo ma gettatele negli appositi cestini dell'organico che porterete con voi e che poi conferirete negli appositi cassonetti. Basta portarsi qualche sacchetto biodegradabile.

- CELLULARI E COMPUTER
Lasciate il cellulare, il tablet, il pc o altro a casa... e dedicatevi all'ascolto della natura, dei vostri amici e dei vostri cari, lontani da onde elettromagnetiche, impegni, messaggi, e bip bip elettronici.

di Terra Nuova

Posta un commento