Bauletti ai carciofi e tempeh

Belli da vedere e buoni da mangiare, questi bauletti con carciofi e tempeh sono perfetti per una cena semplice ma di grande gusto.

03 Marzo 2019
Bauletti ai carciofi e tempeh. Ricette vegan

Ingredienti

• 250 g di farina integrale di farro
• 1 cipolla piccola
• 8 carciofi
• 1 limone
• 150 g di tempeh
• 1 cucchiaio di mandorle macinate
• 2 cucchiaini di curcuma e 1 cucchiaino di erbe di Provenza
• vino bianco secco
• sale e pepe e 6 cucchiai di olio

Procedimento

Mescolate la farina con il sale, le erbe di Provenza e 4 cucchiai di olio. Unite gradualmente il vino bianco necessario per avere un composto sodo e omogeneo. Lavoratelo sul piano, avvolgetelo a palla e copritelo con un telo. Mettetelo in frigo per 30 minuti.

Mondate i carciofi togliendo le foglie esterne e il fieno centrale (non tagliateli, vanno mantenuti interi). Immergeteli in acqua acidulata con il succo del limone, cuoceteli a vapore per 15 minuti; lasciateli raffreddare.

Intanto tritate finemente la cipolla e fatela appassire in un tegame con 3-4 cucchiai di vino bianco, la curcuma, sale e pepe. Dopo 5 minuti aggiungete il tempeh tagliato a dadini, rimestando spesso e unendo se serve poca acqua calda. Schiacciate con la forchetta; unite l’olio rimasto e le mandorle, mescolate bene.

Stendete la pasta allo spessore di ½ cm e ricavatene otto quadrati. Farcite i carciofi con il composto preparato e disponeteli sulle sfoglie. Ripiegate gli angoli sul ripieno in modo da racchiuderlo ma senza sigillarlo del tutto. Spennellate i bordi con poca acqua e premeteli leggermente perché aderiscano.

Sistemate i bauletti su una teglia rivestita con carta da forno. Infornateli a 180° per 20-25 minuti e serviteli.

______________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Pelle: bella e sana con l'alimentazione

La cute non è solo il rivestimento esterno del nostro corpo ma un vero e proprio organo, in correlazione con gli altri attraverso il sistema circolatorio, endocrino e nervoso. Quasi sempre le malattie e le affezioni che vi si localizzano non riguardano solo la pelle ma il corpo nel suo complesso, e per questo motivo le cure più complete ed efficaci devono necessariamente riguardare l'intero organismo e il suo mirabile equilibrio. A fior di pelle, aver la pelle dura, non stare nella pelle… i detti popolari registrano il ruolo della cute che, oltre che un organo, è uno specchio delle emozioni e della salute individuale. L’ansia, la gioia, la sofferenza lasciano un segno sulla nostra pelle e le malattie più comuni hanno spesso origini psicosomatiche.

A partire da queste premesse il libro affronta varie problematiche – orticaria e allergie, micosi, acne, eczemi e psoriasi, cellulite, perdita dei capelli – proponendo i rimedi della fitoterapia, dell’omeopatia e della medicina tradizionale cinese. Ampio spazio è attribuito all’alimentazione: sono elencati i nutrienti per il benessere cutaneo, i cibi consigliati e sconsigliati e le principali piante drenanti.

Le ricette, prive di prodotti animali, prestano particolare attenzione alla stagionalità e alla corretta combinazione degli ingredienti. Ricchi di verdure e di frutta, di cereali integrali e di legumi, i piatti aiutano a ristabilire il corretto equilibrio generale senza trascurare il piacere per il buon cibo.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO


di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento