Crostatine alle fragole

Deliziose crostatine con fragole fresche, preparate senza l'uso di prodotti di origine animale. Per un dessert vegan senza rinunciare al gusto.

05 Luglio 2019
Crostatine alle fragole. Dessert vegani

Tempo di preparazione: 60’ + riposo

Ingredienti per 8 persone

Per la pasta brisée vegana
• 250 g di farina integrale di farro
• 50 g di burro di cocco
• 2 cucchiai di farina di riso
• 2 cucchiai di zucchero di palma
• 1 cucchiaino di cannella macinata
• 1 presa di sale rosa

Per la copertura
• 4 cucchiai di confettura di albicocche non zuccherata
• 2 cucchiai di granella di nocciole
• ½ cucchiaio di succo di limone
• 1 cucchiaio di distillato di ciliegie, prugne o albicocche
• 400 g di fragole
• 1 rametto di menta o di melissa

Inoltre
• 8 stampi per tartellette del diametro di 10 cm
• 1 cucchiaio di olio di girasole di prima spremitura per le formine

Procedimento

Fate fondere a bagnomaria il burro di cocco e lasciatelo intiepidire. Versatelo nel mixer con gli altri ingredienti e lo zucchero precedentemente tritato nel macinacaffè. Azionate; quando cominceranno a formarsi delle grosse briciole unite pochi cucchiai di acqua fredda per volta, continuando a lavorare l’impasto finché non si raccoglierà a palla. Avvolgetelo in un telo e mettetelo per 30 minuti in frigo.
Aiutandovi con un pennellino umido ungete con l’olio 8 stampi per tartellette del diametro di 10 cm. Ricavate dalla pasta stesa sottilmente altrettanti dischi grandi abbastanza da rivestire le pareti e il fondo degli stampini.
Dovranno aderire dappertutto. Bucherellatene il fondo con una forchetta.
Coprite ogni tartelletta con un pezzetto di carta da forno e qualche fagiolo secco. Infornatele a 180° per 15 minuti, e tolti la carta e i legumi cuocetele ancora per 5 minuti. Dopo un’altra decina di minuti toglietele, e una volta fredde sformatele.

Scaldate la confettura con il distillato finché non sarà lucida. Spegnete e unite il succo di limone. Dopo qualche minuto spennellate una parte del composto sulle basi.

Lavate le fragole, asciugatele delicatamente e affettatele non troppo sottili. Distribuitele sulla pasta. Coprite con la restante confettura, cospargete in superficie con la granella e fate riposare al fresco per circa un’ora. Al momento di servire guarnite le crostatine con foglioline di menta o melissa.

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Acidità di stomaco addio

Negli ultimi anni l’approccio scientifico nei confronti dell’organo stomaco è decisamente cambiato: dal considerarlo un semplice sacco dove transita il cibo, si è passati a ritenerlo uno dei più sofisticati organi endocrini, con una fisiologia, biochimica, immunologia emicrobiologia unica. E anche nello stomaco, come nell’intestino, alberga un vero e proprio microbiota sensibile a molti elementi come la dieta, lo stile di vita, l’assunzione di farmaci.

In questo libro le autrici spiegano come mantenere lo stomaco in salute, affrontando problematiche più comuni come gonfiore e reflusso e altre più complesse come ulcere e gastriti. Una buona masticazione, la scelta di alimenti alcalini, l’utilizzo di rimedi naturali mirati e alcune tecniche di respirazione sono il punto di partenza per migliorare i processi digestivi. Sono inoltre proposti schemi dietetici per la fase acuta e per la prevenzione e il mantenimento.

Nella seconda parte oltre 90 ricette vegetariane e vegane dimostrano come sia possibile prendersi cura di quest’organo senza rinunciare al gusto.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento