Marmellata di rosa canina

Raccogliamo i cinorrodi, i falsi frutti della rosa canina per preparare un'insolita e gustosa marmellata. Ecco la ricetta...

29 Novembre 2013
Marmellata di rosa canina. Marmellate e confetture

I cinorrodi della rosa canina sono ricchissimi in vitamina C (50 volte più del limone), tannini, pectine, polifenoli, carotenoidi e bioflavonoidi, hanno proprietà astringenti, antinfiammatorie e vasoprotettrici.

In caso di dolori articolari, i suoi frutti possono essere essiccati in un luogo ombroso e ventilato, ridotti in polvere e assunti nella dose di 10 g al giorno.

In alternativa possiamo preparare una marmellata medicamentosa seguendo una semplice ricetta tratta dal libro Confetture al naturale.

La marmellata di rosa canina è un ottimo rimedio in caso di tosse e infiammazioni bronchiali; ne possiamo assumere qualche cucchiaino durante il giorno.

Marmellata di rosa canina

Ingredienti

500 g di bacche di rosa canina
• 2 chiodi di garofano
• la buccia di 1 limone grattugiata
• 200 g di zucchero di canna
• 1 cucchiaio di succo di limone
• 1 pizzico di cannella macinata

Procedimento

Procuratevi 500 g di cinorrodi, privateli del gambo e lavateli bene. Divideteli a metà togliendo i semini e soprattutto i piccoli peli urticanti al loro interno.

Metteteli in una pentola con circa 350 ml di acqua, lo zucchero e portate a ebollizione.

Fate cuocere per circa 10 minuti; poi aggiungete il succo di limone e la buccia grattugiata, i chiodi di garofano e fate cuocere a fiamma moderata mescolando spesso.

Quando il composto inizia ad addensarsi, unite la cannella.

Cuocete ancora per 10 minuti, fate la prova del piattino e invasate per la conservazione.

________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Confetture al naturale

Oltre 100 ricette tradizionali e fantasiose, semplici da realizzare, per preparare marmellate casalinghe sane e gustose dolcificate con zucchero di canna integrale, miele, malto, succo di mela oppure semplicemente abbinando diverse varietà di frutti dal sapore aspro-acidulo e dolce, in sostituzione dello zucchero raffinato.

Ad arricchire il volume sono le ricette di marmellate e confetture insolite: con più frutti, chutney rivisitati, composte di verdura, frutti e fiori come le rose, le viole, il gelsomino, la primula… speziate con scorze di agrumi, cannella, vaniglia, zenzero, fiori di garofano… con risultati sorprendenti.

Una sezione del libro è dedicata interamente alle ricette di dolci a base di marmellate: cornetti, muffin, pasta frolla e ovviamente strudel.

A conclusione del volume, un capitolo illustra un metodo alla portata di tutti per essiccare in casa la frutta e il suo utilizzo in cucina, con oltre 30 ricette dall’antipasto al dolce.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO

di S. Carri


Forse ti interessa anche:

Posta un commento