Tagliatelle di castagne agli spinaci

Autunno: tempo di castagne. Le possiamo gustare cotte nel camino, in un buon dolce, come accompagnamento a un secondo piatto. Qui ve le proponiamo come base di una pasta fatta in casa, servita con un sugo agli spinaci.

10 Novembre 2019
Tagliatelle di castagne agli spinaci. Ricette vegetariane

Ingredienti

Per la pasta
• 120 g di farina di castagne
• 80 g di farina di farro integrale
• 1 cucchiaio di olio
• sale

Per il sugo
• 500 g di spinaci cotti e raffreddati
• 200 g di ricotta (chi ha fatto una scelta vegana può sostituire con prodotti equivalenti)
• 6 mandorle
• 2 cucchiai di olio
• 1 cucchiaino di maggiorana
• 1 cucchiaino di paprica dolce, sale

Procedimento

Mescolate le due farine, salate, unite l'olio e l'acqua tiepida sufficiente per avere un composto omogeneo, e liscio. Ricavatene le tagliatelle utilizzando la macchina apposita. Stendetele su un tavolo leggermente infarinato, copritele con un telo e fatele asciugare per 2 ore.

Tritate le mandorle nel macinacaffè. Radunatele nel mixer insieme agli spinaci, la ricotta, il sale, le mandorle, la maggiorana, la paprica e l'olio. Azionate, aiutandovi con poca acqua in modo da amalgamare gli ingredienti.

Lessate la pasta in abbondante acqua a bollore per pochi minuti, poi insaporitela in un tegame in cui avrete scaldato il sugo con un po' di liquido di cottura, rimestando.

Servite subito.

Nota. Questo impasto è un po' delicato da lavorare; se preferite scambiate le dosi delle farine di castagne e di farro.

_______________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Sindrome metabolica

Il sovrappeso è il principale fattore di rischio nella sindrome metabolica. È stato calcolato che nel mondo le persone con un indice di massa corporea superiore a 30 sono circa il 7%. Ma valutando la frequenza all'obesità nelle regioni del mondo, ci si accorge dell'enorme prevalenza di pazienti obesi che vivono nell'Occidente industrializzato; il loro numero è largamente superiore a quello degli affetti da ogni altro tipo di malattia acuta o cronica.

Basterebbe poco per avere effetti importanti sulla salute. Un calo di peso del 10% negli uomini corrisponde alla riduzione del 20% della malattia coronarica correlata a modificazione dei lipidi ematici, dell'ipertensione, dell'insulino-resistenza, delle alterazioni del sistema emocoagulativo.

Florio Cocchi, medico che da anni segue il metodo Kousmine, aiuta a combattere l'obesità o meglio il sovrappeso a partire dalla tavola.

Il manuale offre suggerimenti e consigli calibrati a misura per ciascun bisogno.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento