Zuppa di ortaggi con crostone all’aglio

Un piatto ricco di sapore e nutrimento, con fagioli, verza e carote, arricchito da un croccante crostone di pane.

20 Febbraio 2018
Zuppa di ortaggi con crostone all’aglio

Ingredienti

300 g di cannellini cotti
300 g di foglie di verza
300 g di carote piccole
200 g di cipolla bianca
200 g di sedano
200 g di porro
50 g di spinacini
2 cucchiai di passata di pomodoro
pane casereccio (oppure gluten free se intolleranti al glutine)
aglio
4 cucchiai di olio
extravergine di oliva
1 cucchiaio di dado vegetale
1 mazzetto di odori (rosmarino, alloro, timo, salvia)
sale

Procedimento

■ Mondate e lavate con cura tutti gli ortaggi. Tagliate le carote a rondelle; affettate il porro e la cipolla; riducete il sedano a cubetti non troppo piccoli. Separate la costola centrale della verza e tagliatela a pezzettini; dividete le foglie a striscioline e poi a quadretti.

■ Legate con lo spago da cucina il mazzetto di erbe dopo averlo pulito bene.

■ Scaldate 2 cucchiai di olio in una pentola e fatevi insaporire, mescolando per alcuni minuti, gli ortaggi preparati con il mazzetto di erbe, il dado vegetale e la passata di pomodoro.

■ A questo punto aggiungete poco più di un litro di acqua e i cannellini. Portate a bollore, salate leggermente e cuocete a fuoco basso per 30 minuti. Qualche minuto prima della fine della cottura completate con gli spinacini.

■ Nel frattempo tagliate a fette il pane, poi tostatelo per 10 minuti nel forno portato a 160°.

■ Servite la zuppa bella calda nelle ciotole, accompagnata dai crostoni sfregati con uno spicchio di aglio e irrorati con il resto dell’olio a filo.

-

Ricetta tratta dal libro Zuppe felici

Minestroni, zuppe e vellutate sono piatti della tradizione contadina che non tramontano mai, neppure nella nostra opulenta società. Il loro segreto? Semplicità della preparazione, varietà dei sapori e ricchezza dei nutrienti, soprattutto se i prodotti sono bio.

Il libro è composto da 50 ricette suddivise per le quattro stagioni, a dimostrare che le zuppe non sono adatte solo nei mesi freddi. Ortaggi, legumi secchi e freschi, cereali, erbe aromatiche e spezie sono gli ingredienti di base, accompagnati da olio d’oliva rigorosamente extravergine, mentre nocciole, anacardi, mandorle e noci aggiunte a fine cottura rappresentano una valida integrazione.
Pochi ed essenziali gli strumenti: pentola, coltello, tagliere, passaverdura o mixer a immersione sono più che sufficienti per preparare le nostre minestre. Semplici i trucchi del mestiere: la vellutata è diventata troppo liquida? Aggiungiamo un paio di cucchiaini di amido di mais o di farina di riso. Al contrario, è troppo densa? Allunghiamo con un po’ di brodo o acqua caldi.

Zuppe felici perché buone, sane e quasi totalmente prive di prodotti di origini animale. A parte qualche spolverata di formaggio, che si può usare a discrezione, le ricette di questo libro impiegano esclusivamente ingredienti di provenienza vegetale. Splendide le fotografie di Giancarlo Gennaro e dell’autrice che accompagnano ciascun piatto.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento