LA COMUNE DI BAGNAIA (Siena)

E' una delle esperienze storiche del movimento degli ecovillaggi italiano, elementi caratteristici: condivisone economica, metodo del consenso, autosufficienza.

Via di Bagnaia 37, Ancaiano - Sovicille SI
0577 311014 - 311051
lacomune.bagnaia@libero.it

La Comune di Bagnaia nasce nel 1979, con l'idea di sperimentare nel quotidiano la condivisione delle risorse umane ed economiche e una vita di gruppo che preveda la comprensione, il rispetto reciproco e la collaborazione. Si basa sul principio di equità dei diritti e dei doveri.

Economia e metodo del consenso

La proprietà è collettiva ed indivisa. Dal 2001 abbiamo costituito un'associazione Onlus come riconoscimento legale della nostra comune. Il gruppo, al momento attuale (2012), è composto da quindici persone di età diverse.
Ci riuniamo ogni settimana e prendiamo le decisioni con il metodo del consenso.
Condividiamo momenti di confronto, la quotidianità e non mancano certo occasioni di festa e allegria.
Ogni partecipante sceglie il proprio lavoro, che può essere collocato sia all'interno (artigianale o agricolo) sia all' esterno, a seconda dei propri desideri e delle proprie competenze.
La struttura abitativa e aziendale è situata ai margini di un piccolo borgo in collina, a 12 km da Siena , per cui abbiamo la possibilità sia di godere della quiete della campagna che di partecipare alla vita del paese e della città.
Siamo impegnati in attività di vario tipo: sociali, politiche, ambientali, pacifiste e promuoviamo iniziative artistiche e culturali aperte ai nostri amici e vicini.
L' abitazione è un antico fabbricato rurale in parte ristrutturato per le particolari esigenze della comune. Ogni membro ha la sua camera, mentre gli altri spazi sono collettivi.

L'attività agricola

L' azienda agricola è gestita legalmente dalla Cooperativa La comune di Bagnaia, che dal 1990 si impegna a seguire la normativa e le tecniche dell' agricoltura biologica. Comprende 50 ha di bosco ceduo, da cui si ricava legna da ardere e 30 ha di coltivato a olivi, vigneto, cereali, orto e foraggi. Si allevano mucche da latte e vitelli, maiali, animali da cortile e api. Molti prodotti vengono direttamente consumati dalla comune, i restanti vengono venduti a vicini e amici.
Facciamo parte di varie associazioni, fra cui: RIVE (Rete Italiana dei Villaggi Ecologici); GEN-Europa (Global Ecovillage Network); AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica); WWOOF (Willing Workers On Organic Farms).
Ospitiamo persone interessate alla vita comunitaria o all'agricoltura biologica, in cambio di aiuto nei lavori.
Chi desidera farci visita, per una migliore conoscenza, sarà benvenuto. Contattateci.

Principi ispiratori

I componenti della Comune di Bagnaia si ispirano, per quanto riguarda la propria vita e attività, ai seguenti principi e orientamenti:

1) Tutte le risorse de "La Comune di Bagnaia" sono a disposizione dei membri. Al momento dell'ammissione il socio potrà conferire tutti i suoi beni alla Comune, mentre avra' il diritto di usufruire di tutti i servizi.

2) In ogni momento della sua vita, la Comune rifiuta qualsiasi forma di autoritarismo, mentre ricerca la partecipazione costante dei membri. L'Assemblea è quindi l'unico organo deliberativo.

3) Negli impegni e responsabilità domestiche e lavorative "La Comune di Bagnaia" cerca di raggiungere una effettiva parità tra uomo e donna;

4) Riconoscendo come la nostra epoca sia sempre più identificabile come l'epoca del consumismo e dell'uso irrazionale delle risorse, La Comune di Bagnaia, si organizza secondo una linea di sviluppo antagonista a questa tendenza, affermando che:

a) l'organizzazione collettiva permette una migliore e più razionale utilizzazione delle risorse;

b) verranno praticate forme di agricoltura che si integrino il più possibile con l'ambiente;

c) l'attività agricola verrà diversificata per tendere sempre più all'autosufficienza;

d) verrà evitato l'acquisto di beni ritenuti superflui o di lusso.

5) Restituendo all'agricoltura il suo vero valore come attività primaria dell'uomo, la Comune di Bagnaia si impegna a tutelarla, sostenerla e svilupparla.

6) E' riconosciuto a ogni membro il diritto di scegliere l'attività lavorativa in cui si senta più realizzato, compatibilmente con le esigenze economiche generali.

7) Ogni membro deve essere responsabile partecipe della vita domestica, contribuendo ai servizi e alle attività produttive del gruppo e dando secondo le proprie energie e capacità.

8) La vita in comune è intesa anche come momento di ricerca di forme nuove di relazioni, al di là della famiglia mononucleare, per quanto riguarda i rapporti affettivi, quelli economici e le responsabilità da parte di tutti i membri nei confronti dei figli. In particolare ogni membro dovrà dichiarare la sua disponibilità ad una sempre migliore partecipazione alla crescita ed alla educazione dei figli.

9) La Comune di Bagnaia è aperta ad un numero illimitato di soci; inoltre essa ricerca tutte le occasioni possibili di incontro e confronto ed è perciò disponibile a varie forme di ospitalità, che possono concludersi con una richiesta di entrata a pieno titolo.

10) I rapporti tra le persone si intendono basati sul rispetto, la tolleranza, la solidarietà, l'affetto, l'amicizia, la fiducia e la sincerità.

11) A tutti i membri è richiesta la partecipazione a momenti della vita quotidiana della Comune, sebbene siano accettate forme di convivenza non totale.

SCHEDA

Superficie: 78-80 ettari.
Proprietà: Associazione La Comune di Bagnaia.
Inizio del progetto comunitario: 1979.
Piccoli-grandi accorgimenti ecologici: Pannelli solari per l'acqua calda. Riscaldamento solo a legna. Fonte di raccolta delle acque dei tetti, sufficiente per l'irrigazione degli orti. Pannelli fotovoltaici che pompano da un pozzo sorgivo e portano l'acqua alla comune per irrigazione. In futuro è previsto che la stessa acqua venga utilizzata per abbeverare gli animali e lavare i piatti. Progetto di fitodepurazione.
Si considera un ecovillaggio: Ritengono di rientrare nella definizione di ecovillaggio ma preferiscono considerarsi una comune.
Residenti stabili: 20.
Attività produttive: Cooperativa agricola che produce: olio, vino, carne bovina, foraggio, cereali, formaggi, miele. Per l'autosufficienza: ortaggi e conserve.
Economia interna: Collettiva; beni mobili ed immobili sono di proprietà dell'associazione, i singoli percepiscono uno "stipendio" mensile (150 euro). Anche le proprietà private dei singoli (rendite, case ecc...) vengono intestate all'associazione.
Organizzazione interna: Assembleare con regola del consenso. Decisioni all'unanimità. E' prevista la figura del facilitatore (a rotazione un  membro della comune).
Orientamento religioso: Laico.
Dieta: Onnivora.
Ospitalità: Si con modalità da concordare (è anche prevista la formula dello scambio-lavoro).
Accoglienza nuovi membri: Dopo un periodo di prova.
Aderente alla RIVE: Si.

Aggiornato il 12.12.2016