A Vandana Shiva il “Premio alle Donne del Mondo per i Diritti Umani e Civili”

Vandana Shiva, attivista ambientale, scrittrice, fisica e presidente di Navdanya International, ha ricevuto in Campidoglio a Roma il “Premio alle Donne del Mondo per i Diritti Umani e Civili”, che le è stato consegnato dal Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri, Ambasciatore Elisabetta Belloni.

22 Dicembre 2019

Si è svolta, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, la XXX edizione del “Premio Minerva Anna Maria Mammolitti”, nel corso della quale il Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri, Ambasciatore Elisabetta Belloni, ha consegnato il “Premio alle Donne del Mondo per i Diritti Umani e Civili” a Vandana Shiva, nota attivista ambientale indiana che nel 1991 fondò Navdanya, il movimento nazionale per la protezione della diversità e dell’integrità delle risorse biologiche. Era presente anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Nell'occasione, è stata premiata anche con il “Premio alle Donne del Mondo per l’impegno Politico” Fawziya Abikar Nur, Ministra della Sanità della Somalia.

Creato da Anna Maria Mammoliti, il Premio Minerva viene assegnato alle donne che rappresentano simbolicamente l’esempio di un modello femminile, grazie alle capacità professionali e i valori positivi di cui sono portatrici.

Vandana Shiva è stata di recemte anche chiamata dal ministro dell'istruzione Lorenzo Fioramonti a far parte del Consiglio sulla sostenibilità del Miur . È autrice di numerosi saggi sull'importanza di un cambio di paradigma in agricoltura, nella cura del suolo e nella produzione del cibo per preservare il pianeta, la biodiversità e la salute umana. Una delle più recenti pubblicazioni è "Agroecologia e crisi climatica" (Terra Nuova Edizioni), presentato di recente in un evento pubblico a Firenze che ha riscosso grande partecipazione.

Di seguito i video con gli interventi durante l'evento che ha visto anche la presentazione del Rapporto dal titolo “Il Futuro del cibo – Biodiversità e agroecologia per un’alimentazione sana e sostenibile”.

di Terra Nuova

Posta un commento