Una Rete di Reti per il cambiamento

Nasce una Rete il cui scopo è connettere le organizzazioni che in Italia lavorano per ridisegnare una possibile alternativa ecologica dell'economia, della socialità e rapporto col territorio.

03 Ottobre 2017

Domenica 1 ottobre, presso l'Incontro Nazionale dell'Economia Solidale - INES '17 a Mira (Ve), è stata annunciata la nascita della Rete delle Reti, un progetto di convergenza di tutte le realtà che in Italia sperimentano alternative alla crisi ecologica, economica, sociale e culturale del nostro Paese. Sono state le stesse organizzazioni promotrici a darne annuncio, a cui è seguita la manifestazione di interesse immediata dei rappresentanti delle organizzazioni presenti: Società dei Territorialisti e Associazioni aderenti al Tavolo RES (Co-Energia, Bilanci di Giustizia, Assobotteghe, Solidarius, Fairwatch).

In Italia sono presenti numerose Reti e organizzazioni che, pur mantenendo la propria specificità, lavorano nella "stessa direzione" e che, a livello informale, sono già connesse tra di loro. La proposta della creazione della Rete delle Reti assolve il compito di formalizzare la relazione, affermare la volontà di superare l'attuale frammentazione ed aprire la strada ad un coordinamento che, si augurano i promotori dell'iniziativa, possa dare forza alle azioni locali e espanda la voce dei movimenti a livello nazionale.

Si segnala, inoltre, il primo incontro ufficiale della Rete, che si terrà in data 20-21 Ottobre a Marcon (VE) a cui sono invitate le reti o realtà di carattere nazionale interessate, che si riconoscono nelle finalità espresse nel comunicato. Per partecipare e saperne di più, scrivere a: retedellereti2017@gmail.com.

Terra Nuova, media partner della Rete, augura a tutti un buon lavoro!

Di seguito, il comunicato stampa che segna l'avvio ufficiale del percorso comune.

"Muove i primi passi una rete delle reti che vuole essere uno strumento al servizio del  cambiamento verso un mondo sostenibile, equo, solidale e felice.
Le seguenti associazioni/reti/movimenti che già si occupano di sostenibilità ambientale, economica e sociale:

  • Associazione per la Decrescita
  • Economia del Bene Comune
  • Italia che Cambia
  • Movimento per la Decrescita Felice
  • Panta Rei
  • Rete italiana di Economia Solidale (RES Italia)
  • Rete Italiana Villaggi Ecologici (RIVE)
  • Transition Italia
  • Accademia italiana di Permacultura
  • Rete Italiana Cohousing

si sono riuniti su iniziativa di Italia che Cambia in data 1 Luglio 2017 a Panta Rei (Passignano sul Trasimeno, PG) e il 30 Luglio 2017, presso l’incontro nazionale di RIVE ad Habitat (Gambassi Terme, FI). Dalla discussione, a partire da significative affinità, è emerso quanto sia oggi importante poter agire insieme per far fronte alla ATTUALE crisi sistemica e quindi essere capaci di rispondere in modo coordinato e unitario alla domanda di forte cambiamento che proviene dalla società.
Abbiamo, di conseguenza, condiviso la necessità di avviare un percorso comune finalizzato alla creazione di un “ecosistema di soggetti” (in rete) che ci permetta, valorizzando le rispettive vocazioni e sensibilità, di creare sinergie, collaborazioni e poter così raggiungere insieme dei traguardi che sarebbero impensabili per le singole realtà".

Foto gentilmente concessa da Davide Scalisi. Nella foto: i promotori della Rete delle Reti e gli esponenti di Società dei Territorialisti e Associazioni aderenti al Tavolo RES (Co-Energia, Bilanci di Giustizia, Assobotteghe, Solidarius, Fairwatch), che hanno condiviso con specifiche proposte l'avvio del percorso unitario.

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra