750 euro al mese per tutti: il reddito di base in Finlandia

In Finlandia sembrano fare sul serio sul reddito di base: il primo ministro parla di 750 euro al mese per tutti: un reddito universale per rendere il lavoro una scelta di vita. Il welfare come non lo avete mai visto

23 Luglio 2015

Un reddito di base, garantito a tutti. In Italia giacciono da tempo in Parlamento due progetti di legge targati rispettivamente M5S e Sel. In Finlandia il governo ha presentato un progetto di reddito universale di 750 euro per tutti i cittadini, a prescindere dalla loro età o situazione sociale, renderebbe il lavoro una "scelta di vita. “Il lavoro deve diventare una scelta di vita e con una cifra di base al mese si può decidere di condurre un’esistenza modesta ma completamente dedita al tempo libero, alla famiglia, agli amici, al godersi la vita come meglio si crede”. Questo è il fantastico progetto di Juha Sipila, primo ministro della Finlandia.

È noto come i paesi del Nord Europa abbiano un sistema di welfare ai massimi livelli, che protegge e sussiste i residenti. Ma ciò il programma di “Basic Income” – reddito di cittadinanza – che sta mettendo in campo il primo ministro Juha Sipila, in carica dal 29 maggio scorso, è qualcosa di assolutamente rivoluzionario.

“Implement A Basic Income Experiment” (qui il pdf in lingua originale) è il primo esperimento di reddito di cittadinanza universale che vuole portare fino a 1.000 euro per tutti i cittadini, a prescindere dalla loro età o situazione sociale, rendendo di fatto il lavoro una “scelta di vita”.

Nonostante manchi ancora l’ufficialità sono trapelati i dettagli della proposta di Sipila, che consiste nel trasformare gradualmente il sistema di welfare in un sistema di reddito minimo. Tutti gli adulti sarebbero retribuiti con reddito di base mensile di € 620, che è il salario indicizzate. In aggiunta a questo reddito base è possibile richiedere una sovvenzione condizionale di € 130 (in casi di disoccupazione, malattia, studio, congedo parentale e assistenza all’infanzia), per un totale di 750 €.

Il progetto, un'utopia dagli effetti perversi per i critici, è sostenuto da gran parte dei partiti politici. Alcuni evocano una retribuzione base più bassa, intorno ai 500 euro, ma c'è chi come i liberali che desidererebbe arrivare a 850-1.000 euro.

Il principale partito di governo, il Partito di Centro e il nuovo primo ministro Juha Sipilä, sono sostenitori della proposta di un reddito di base ma i suoi nuovi partner governativi, il populista "Veri Finlandesi" ed i conservatori "NCP" non si sono ancora espressi pubblicamente sulla questione ed il governo al momento non ha ancora definito le modalità ne i tempi della sperimentazione. Tuttavia, questo segna un primo impegno da parte di un governo nazionale di un paese europeo ad attuare una sperimentazione di un reddito di base. Se dovesse avvenire e sarà il primo esperimento in una nazione sviluppata. Altri esperimenti sono stati effettuati più di recente in India, Namibia e Brasile ed ognuna di queste sperimentazione ha riportato risultati molto positivi con il miglioramento delle prestazioni economiche, sanitarie, degli alloggi, scolastiche ed anche produttive. La questione del reddito di base inoltre sta vivendo un ampio dibattito internazionale e in altri paesi si potrebbero ripetere sperimentazioni locali come ad esempio in Olanda.

Per ulteriori approfondimenti: http://www.bin-italia.org/informa.php?ID_NEWS=663

di Dario Scacciavento

Universale energia di fiducia Francesco

03/10/2018 08:06

Quando costruisci una vita, al 99 %, la vita và avanti e si sviluppa. Quando invece non l'aiuti, essa si chiude e cronicizza ogni difetto in opera negativa. La madre che rimane in cinta, cosa fà col bambino dentro di lei? Lo nutre in un' interiore e spirituale fiducia, così come il padre che vigila sulla madre e la ama. Tutto è fiducia ed amore, che muove il sole e le altre stelle. Ogni essere è un cosmo , con preziose miniere di doni da offrire!!! Questi regali all'umanità DEVONO essere elargiti a tutti, ecco perchè dalla parte di chi comanda ( politici) , deve esserci la fiducia, l'amore e la cura per le miniere d'oro persistenti in ogni essere umano e non sfiducia, dubbio, ideale di casta, razzismo, classismo, resistenza a credere nei carisni di ogniuno, aiuto negato, diffidenza, calcolo e conseguente rottura dell'armonia sociale, che fluisce libera nell'energia neutrale, verso tutti noi, pedine di un grande disegno, dove i "VUOTI A PERDERE" , sono solo fratture , date dagli aborti sociali ,che di certo non sono VOLONTARI, per nessuno, ma , originati dalla malnutrizione del "feto sociale" , in ogniuno, che , all'origine del suo sviluppo, si vede negata la sua formazione e la sua alimentazione. Questo produce i POVERI e gli ASOCIALI, IL CRIMINE E LA DISPERSIONE DI GIUSTE OCCUPAZIONI, rese fin troppo operative , dalla giungla asociale presente oggi nel mondo, che nega i preziosi carismi dentro ogni donna e uomo, costringendoli a costruire la società sul denaro o sulla forza della competizione selvaggia, invece che sulle inclinazioni interiori e personali, creando un puzzle tremendamente incompleto e pieno di buchi, come una strada piena di fossi e di trappole .

Donata

25/07/2015 12:09

Desidero elogiare la Finlandia per questa saggia decisione ed inoltre dire che ogni "Paese " del Mondo dovrebbe copiare questa iniziativa , perché ' già ' da tempo tutti gli abitanti di questa terra dovrebbero poteri vere degnamente la loro vita. Così potrebbero forse poter sperimntatre il senso vero della ' essere qui ed ora per crescere ed evolvere. Mi stupisco che tutti gli stati , soprattutto dell 'occidente che si ritengono molto evoluti non abbiano ancora messo in atto una politica così ' semplice ma vera e che non mi si dica che non ci sono le risorse perché ' questo mi farebbe ridere per non piangere . Paesi evoluti........... ma dove ,se si lasciano i cittadini morire di fame ! Vergogna , siamo nel medioevo. Complimenti invece alla Finlandia era ora che qualcuno si svegliasse .

Posta un commento