Propoli: il rimedio naturale che ci difende dai malanni dell'inverno

La propoli è un vero e proprio antibiotico naturale, che ci aiuta tantissimo nel periodo invernale. Scopriamone usi e benefici.

01 Gennaio 2020
Propoli: il rimedio naturale che ci difende dai malanni dell'inverno. Salute naturale

Propoli, regina dell’inverno

La propoli viene considerata il rimedio più conosciuto e utilizzato nell’universo erboristico. Non sappiamo precisamente il periodo in cui l’uomo ha cominciato a giovare dei suoi benefici, ma sicuramente risale a tempi antichissimi. Già nei geroglifici egizi possiamo osservare come l’attività delle api fosse tenuta in alta considerazione e sembra che fra le varie sostanze utilizzate per la mummificazione ci fosse anche la famosa propoli. Da sempre, la sua funzione principale è stata quella di agire come antibiotico naturale.

Nel II secolo a.C. Galeno la menziona nei suoi trattati e, successivamente, anche Avicenna ne esalta le qualità nel Canone della scienza medica.
Abbiamo testi di medicina russa del XII secolo dove si consiglia in caso di mal di gola, mal di denti e per cicatrizzare le ferite.

Gli usi che se ne fanno sono molteplici: da rimedio per gli stati febbrili a sostanza antibatterica lavorata con il legno destinato, poi, alla fabbricazione di giocattoli. Nel Medioevo viene largamente usata e nel 1900 raggiunge la massima popolarità durante la guerra dei Boeri in Africa, dove viene impiegata, sotto forma di unguento, come medicamento per le ferite dei soldati.
All’inizio degli anni Settanta finalmente alcuni ricercatori decidono d’intraprendere lo studio approfondito di questa sostanza così particolare.

Indicazioni terapeutiche

La propoli oggi è consigliata in diversi casi, quali: infezioni delle vie aeree superiori; faringite, laringite, sinusite, tonsillite; infezione batterica (da Stafilococco, Streptococco, Klebsiella pneumoniae, Escherichia coli, Pseudomonas aeruginosas, Proteus vulgaris, Bacillus subtilis e alvei, Moraxella catharralis); infezione micotica (da Candida albicans, Trichosporum, Epidermophyton e Tricophyton); Herpes simplex 1 e 2; Adenovirus; afte, gengivite, stomatite, periodontite; ulcerazioni; ascessi.

In che forme e quantità?

In commercio, la propoli si trova sotto forma di tinture idroalcoliche, estratti secchi e unguenti. La posologia cambia in base all’estratto, nello specifico si assumono:

- Tintura Idroalcolica: al 30% titolata con un minimo di 30 mg/ml di galangina, dalle 20 alle 50 gtt per 2-3 volte al dì, in acqua lontano dai pasti.

- Tintura Idroalcolica: al 95% titolata come sopra, 5-15 gocce al giorno, preferibilmente col miele per il forte sapore amaro.

- Estratto Secco nebulizzato: titolato con un minimo di 8% di galangina, 10 mg per chilo di peso corporeo al dì, in due somministrazioni lontano dai pasti.

- Unguento: al 7%; da applicare localmente più volte al dì.

Controindicazioni e avvertenze

Non ci sono controindicazioni segnalate. Nei soggetti particolarmente sensibili la propoli può dare fenomeni di allergia cutanea che scompaiono immediatamente con la sospensione del rimedio. Stessa cosa accade nei soggetti che accusano secchezza delle fauci, disturbi epigastrici associati, a volte, a diarrea.
Gli studi clinici confermano che la propoli è praticamente atossica sia assunta in alti dosaggi in un’unica volta, che ripetutamente per lunghi periodi.

___________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dalla rubrica Il rimedio del mese

Leggi la rubrica sul mensile Terra Nuova Dicembre 2019

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

 

GUIDA AI RIMEDI NATURALI

Vuoi imparare a orientarti tra i più efficaci preparati naturali ed evitare l’utilizzo di farmaci di sintesi? Questa guida, esauriente e di facile consultazione, ti aiuterà nella scelta delle soluzioni più salutari per impiegare al meglio tinture madri, oleoliti, macerati e altri derivati naturali e individuare con facilità la cura più appropriata.

Il volume raccoglie più di 40 schede esplicative che descrivono i principi attivi, la posologia, le proprietà, ma anche il percorso storico e l’utilizzo tradizionale dei più efficaci rimedi naturali. L’agevole indice, che riporta le indicazioni e i nomi delle erbe in varie lingue, contribuisce a fare di questo libro un utile strumento, non solo per chi viaggia, ma anche per l’erborista e tutti gli operatori del settore.

Un pronto soccorso immediato, dunque, ma anche un pratico dizionario per servirsi dei rimedi di Madre Natura.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Silvia Moro


Forse ti interessa anche:

Posta un commento