Yoga retreat in Kerala

Shree Shankarya Charya Nilayam, 15 - 24 gennaio 2019. India: tradizione e spiritualità, 10 giorni per entrare a contatto con l’India più tradizionale, l’Ayurveda, la storia, la pratica dello Yoga, la filosofia vedanta, la meditazione, nella magica atmosfera di un antico eremo indiano.

03 Ottobre 2018

Il programma

Conoscere l’India: i primi quattro giorni dal 15 al 18 gennaio alloggeremo in Fort Kochin presso una tradizionale guest house indiana. Visiteremo la storica Fort Cochin, i quartieri dei coloni, gli edifici storici, il mercatino turistico, avremo modo di assistere ad uno spettacolo di teatro danza tradizionale e musica classica indiana, per entrare a contatto con la gente locale ed i loro usi viaggeremo per i canali navigabili e mangieremo sulle foglie di banana prodotti a km 0. Presso una clinica ayurvedica proveremo il massaggio abhyengar, in linea con la tradizionale medicina naturale indiana e visiteremo il National Park per entrare a contatto con la natura prorompente e magica dell’India. Questa prima parte rende il soggiorno adatto anche a chi visita l’India per la prima volta e vuole avere un’assaggio turistico del Kerala vero e dell’India più autentica.

Vedanta Retreat: dal 19 al 24 gennaio, 6 giorni di ritiro immersi nell’atmosfera spirituale di uno tra i più importanti ashram indiani e la compagnia dei monaci. La programmazione prevede lezioni di Hatha Yoga nell’antica cornice dell’ashraam guidata da Santoshi Devi (insegnante italiana accompagnatrice del gruppo), lezioni di meditazione e filosofia Vedanta condotte da Br.Chaitanya, monaco dell’ashram. Saranno organizzati kirtan, canti sacri indiani e mantra. Faremo visita a tre dei più interessanti templi della zona e per immergerci ancora di più nell’atmosfera spirituale del luogo, prenderemo parte ad una tradizionale “puja”, cerimonia propiziatoria del fuoco, celebrata da un sacerdote brahmino

L’Ashram

Il ritiro Yoga avrà luogo nello Shree Shankara Nilayam, un posto sacro situato in un piccolo eremo in mezzo al verde Veliyand nel distretto di Ernakulam, Kerala, India. Nello stesso complesso dell’ashram si trova anche un centro di ricerca sul sanscrito e sulla cultura tradizionale indiana, uno dei principali in India, che comprende una vastissima biblioteca. E’ un eccellente centro di studi, ricerche e seminari di filosofia, cultura e arte. Il centro Shree Adi Shankara Nilayan è un vicino punto di accesso a molti antichi templi come Guruvayur e Kalady. L’ashram sorge intorno alla casa natale del grande santo, saggio e filosofo Adi Shankara, nobile esponente della filosofia Advaita-Vedanta. A lui dobbiamo la rifioritura dell’induismo dopo un periodo di dominio culturale da parte del buddhismo e giainismo in India. Confutando nei dibattiti filosofici le dottrine dei grandi filosofi scolastici buddhisti, Shankara stabilì la supremazia del Sanatana Dharma ovvero della tradizione induista basata sui Veda. Sanatana Dharma significa “eterna verità, insegnamento e tradizione”. Sanatana Dharma è il riconoscimento dell’essenza spirituale della vita e delle sue infinite espressioni. Un eterno e sempre presente stile di vita. L’Advaita Vedanta è la corrente filosofica dell’Indusmo che interpretenado il significato ultimo dei Veda riconosce nell’Unità del Tutto la Verità suprema e nella Consapevolezza l’essenza del Principio divino. La Filosofia Advaita-Vedanta è la summa del sapere culturale hindu. E’ la risposta alla domanda esistenziale “chi sono”, è l’approndo dal mondo dell’illusione a quello della Verità.

Per info ed iscrizioni Silvia, Santoshi – tel 3492588489 silviabarbani@yahoo.it

di Sergio Tonon

Posta un commento