Ragazzi Irresponsabili: sostieni il docufilm sugli scioperi della scuola per il clima

Terra Nuova Edizioni, Italia che Cambia e Baburka Production lanciano una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso per finanziare il docufilm sul movimento Fridays For Future in Italia.

24 Settembre 2019
Ragazzi Irresponsabili, foto, Terra Nuova

“I tg e i giornali mostrano solo la parte folkloristica della protesta Fridays For Future. Non c'è nessuno che racconti la profondità di questi ragazzi. Da dove viene questo impegno, metterci la faccia e anche rischiare che a scuola non raggiungano buoni risultati, noi abbiamo deciso di farlo”. Questa la voce di Ezio Maisto, di Italia che Cambia, regista del docufilm Ragazzi Irresposabili che è in fase di lavorazione, grazie anche alla collaborazione della cooperativa di produzione cinematografica indipendente Baburka Production e di Terra Nuova Edizioni. Insieme hanno lanciato una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso e stanno cercando sostegno a questo progetto per raggiungere la somma di 5 mila euro che permetterebbe il cofinanziamento al 50% del canale Infinity, che si occuperebbe della distribuzione televisiva e cinematografica.

“E' un film totalmente indipendent, a basso costo e con il minor impatto ambientale possibile – prosegue Ezio Maisto - non è un film che ha trovato produzioni e che quindi va prodotto dal basso. In questi giorni stiamo girando le riprese.

I protagonisti sono giovani attivisti che stanno facendo la 'caciara' giusta per rompere quel muro di gomma che tutti noi abbiamo sperimentato in questi anni. 

David di Torino (14 anni) che, di notte, mentre i genitori lo credevano a letto, lavorava al sistema di comunicazione che ha permesso agli studenti di tutta Europa di entrare in contatto e di organizzarsi. Alessandro di Milano (25 anni), studente e cameriere, che combatte contro l'ostilità di una madre in grado di misurare la realizzazione di suo figlio solo in termini monetari. Marianna di Udine (18 anni), che sogna di coinvolgere le amiche nel primo sciopero globale scorso. Vincenzo di Napoli, di Miriam di Roma e di tutti gli altri come loro”.

Fin da subito Terra Nuova ha seguito con attenzione il movimento di Fridays for Future su www.terranuova.it e ha invitato alcuni ragazzi a partecipare all'ultima edizione del Terra Nuova Festival lo scorso marzo. Lo scorso maggio è stata la volta di un Inserto dedicato "Ora tocca a noi", reso poi scaricabile gratuitamente nella APP di Terra Nuova. Venuti a conoscenza del bellissimo progetto di Italia che Cambia di un film su questo movimento, dare una mano per la realizzazione del progetto è venuto spontaneo”.

Dall'intervento di Greta Thunberg alla Cop24 nel dicembre 2018 fino a maggio 2019, Italia Che Cambia ha pubblicato più di 150 post sui suoi canali social e più di 30 articoli e video riguardanti i Fridays For Future, coprendo non soltanto gli scioperi globali del 15 marzo e del 24 maggio, ma anche la visita di Greta a Roma, l'assemblea nazionale di Milano e l'attività quotidiana di diversi gruppi locali di FFF, incluse le azioni intraprese nei territori dagli attivistI. Dulcis in fundo, Italia Che Cambia è stata la prima testata in Italia a riferire dei 60 giovani strikers che hanno occupato il Parlamento Europeo a Bruxelles durante il weekend delle elezioni per il suo rinnovo.

Per informazioni e donazioni https://www.produzionidalbasso.com/project/ragazzi-irresponsabili-il-film-su-fridays-for-future-in-italia/

Ecovillaggi e Cohousing, libro, Terra Nuova

Ecovillaggi e Cohousing, libro, Terra Nuova

Vuoi saperne di più sulla Rete degli ecovillaggi e delle comunità presenti in Italia e all'estero? Leggi il libro di Terra Nuova! 

La vita comunitaria e la condivisione dell'abitare si stanno espandendo sempre di più, non solo all'estero, ma anche nel panorama italiano, che offre un ricchissimo e variegato arcipelago di esperienze, dall'housing sociale ai condomini solidali, dal cohousing agli ecovillaggi.

Francesca Guidotti nel suo libro Ecovillaggi e cohousing    mette a disposizione la sua attività di ricerca, accompagnandoci in maniera dettagliata all'interno delle varie realtà italiane, da nord a sud, fornendo una scheda dettagliata per ogni progetto, dalla personalità giuridica all'eventuale ispirazione spirituale, dall'organizzazione economica alla dieta scelta.

Si tratta di una guida per farsi un viaggio nelle esperienze comunitarie all'insegna non solo del risparmio economico ma soprattutto di uno stile di vita sobrio e a basso impatto ambientale, basato su relazioni autentiche e di solidarietà. 

di Francesca Mastracci


Forse ti interessa anche:

Video

https://youtu.be/MiJXYlGapAE
Posta un commento