Fornitori di energia elettrica: quale conviene e come monitorare i consumi

Per garantirsi una proposta volta al risparmio è determinante vagliare le offerte dei fornitori che operano in regime di libero mercato. Un metodo infallibile per risparmiare sui costi energetici è il monitoraggio dei consumi

15 Ottobre 2018

E' inutile negarlo le bollette italiane sono tra le più care in Europa soprattutto laddove si parla di consumi energetici. Non sono rari i casi in cui il costo dell'energia elettrica in Italia è arrivato a sfiorare il 50% in più rispetto alla media europea. Le tariffe sono un punto estremamente dolente per le tante famiglie italiane, costrette ogni giorno a fare i conti con budget risicati.

La scelta del fornitore di energia elettrica si può rivelare interessante soprattutto a fronte della convenienza offerta. Per garantirsi una proposta volta al risparmio è determinante vagliare le offerte dei fornitori che operano in regime di mercato libero. Alla domanda quale fornitore conviene ottenere una risposta è facile.

Per trovare la soluzione tariffaria che fa al caso vostro non resta che utilizzare l'arma del confronto, valutando le tante proposte ed osservando da vicino la qualità dell'offerta, i termini ed i costi.

Risparmiare sui costi di energia elettrica: un aiuto efficace dal monitoraggio

Esiste un metodo infallibile per risparmiare sui costi di energia elettrica ed è legato a doppia mandata al monitoraggio dei consumi reali di energia elettrica.

Conoscere il profilo di consumo individuale si rivela utilissimo per porre un freno ai rincari energetici.

Avere sotto mano i numeri relativi al consumo giornaliero di una famiglia consente di controllare, in base ad una stima quanto costa un'abitazione in termini energetici.

La valutazione dei costi consente di individuare i possibili sprechi, gli eventuali errori in fattura, la presenza di un sistema tariffario inadeguato alla tipologia di famiglia, e tutta una serie di incongruenze.

Preso atto di quali sono gli elementi che incidono sulla bolletta è possibile pianificare una strategia che porti ad un reale taglio degli sprechi sui consumi di energia elettrica.

Spesso sono sufficienti piccoli ma costanti accorgimenti, che portano ad un uso sostenibile dell'energia evitando ripetutamente errori.

In altre occasioni è necessario intervenire sull'abitazione con opere di manutenzione che la rendano efficiente dal punto di vista energetico, scegliendo di controllare i flussi d'aria, le finestre e le persiane, valutando la coibentazione delle pareti, optando per la sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento o raffrescamento.

La app di Enegan, lo strumento ideale per monitorare i consumi reali di energia

Conoscere da vicino il proprio profilo di consumo, come abbiamo spiegato, è importante per concedersi un ampio margine di risparmio.

Ad offrirci un aiuto concreto è la nuova app di Enegan, fornitore di energia elettrica , che consente di monitorare i reali consumi di energia, grazie ad un sistema di lettura estremamente semplice ma soprattutto rapido.

L'aspetto estetico accattivante è solo il biglietto da visita di uno strumento dalle interessanti potenzialità, al contempo funzionale e facile da 'navigare'.

di Sergio Tonon

Posta un commento