Roma: un riconoscimento giuridico per le comunità intenzionali

Il 26 ottobre la Rete italiana villaggi ecologici – RIVE presenta a Roma insieme a Conacreis, la proposta di legge per il riconoscimento giuridico delle comunità intenzionali.

16 Ottobre 2017

Il 26 ottobre, si terrà dalle ore 15:30 alle ore 19:30 a Montecitorio una conferenza informativa da parte delle associazioni di promozione del cohousing, degli ecovillaggi e del vivere comunitario, tra cui la Rete italiana villaggi ecologici (Rive) e Conacreis promotori dell'iniziativa, rivolta ai parlamentari. Dopo anni di rielaborazione della proposta di Legge (per approfondimenti vedi i link a fine articolo), questa iniziativa ha la finalità di mostrare quanto è diffuso il fenomeno del vivere comunitario in Italia e sensibilizzare verso le problematiche e gli impedimenti causati da un sistema burocratico-amministrativo che non contempla lo spirito di condivisione alla base della scelta di ogni comunità intenzionale. Per questo motivo, nel 2010 è stata presentata una proposta di Legge per il riconoscimento delle comunità intenzionali, oggi rielaborata e pronta per essere riproposta. 

Per l'occasione, la Rete italiana villaggi ecologici (RIVE) promuove una serata informativa dalle ore 19 alle 23 presso lo spazio sociale “Il Nido di vespe” (via dei Ciceri 131, Quadraro, Roma, metropolitana: Porta Furba - linea A).

Alla presentazione della proposta di legge per il riconoscimento giuridico delle comunità, seguiranno le testimonianze degli ecovillaggi italiani con particolare attenzione alle realtà comunitarie limitrofe alla capitale. A seguire, una cena conviviale, un momento di confronto ed altre curiosità. L'evento è a offerta libera.

«Le comunità intenzionali sono un fenomeno sempre più diffuso in tutto il mondo – affermano gli organizzatori – perché esaudiscono la necessità di trovare nuove forme di socialità, economia e rapporto con il territorio, in un contesto mondiale che sta rapidamente cambiando. Gli ecovillaggi, storicamente, sorgono nelle campagne o in zone liminali. Ma è assolutamente possibile creare ecovillaggi, o cohousing, in città. La formula conviviale della cena mira a creare relazioni, vicinanza e ispirazione».

Ulteriori informazioni:

Sito RIVE  

Mappa RIVE, ecovillaggi e progetti soci

Conferenza sul riconoscimento delle comunità intenzionali, 2016

Articolo sulla prima formulazione della proposta di legge, 2009

Proposta presentata in Parlamento, 2010

Contatti: presidenza@ecovillaggi.it; segreteria@ecovillaggi.it - www.ecovillaggi.it - facebook

di Francesca Guidotti


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra