Le proprietà del ginseng

Il ginseng è molto utilizzato negli ultimi anni, anche come bevanda in sostituzione del caffé. Ma quali sono le sue proprietà e le controindicazioni? Vediamolo insieme.

18 Agosto 2018
Le proprietà del ginseng. Rimedi naturali

Indicazioni

• astenia psicofisica
stress fisico e mentale
• allenamento sportivo
• menopausa e post-menopausa
• calo dell’umore, scarsa memoria e concentrazione
• insufficienza cardiaca e cerebrovascolare
• infertilità maschile e impotenza funzionale
• invecchiamento, stati ossidativi
• debilitazione e convalescenza
• dislipidemia, diabete mellito (tipo 2)
• magrezza e calo dell’appetito

Controindicazioni e avvertenze

La Commissione E non riporta particolari controindicazioni e gli studi sulla tossicità ne affermano l’assenza per una dose giornaliera di 15 mg per chilo di peso corporeo, protratta per 3 mesi. È sconsigliato nei soggetti ipertesi, nei bambini sotto i 12 anni e nelle donne con mestruazioni abbondanti.

Sul sito della Fitovigilanza è controindicato in gravidanza e in allattamento. Attenzione nei soggetti ansiosi e tachicardici. Non va associato a eccitanti come caffè, fumo, coca cola e tè nero.

L’assunzione di Ginseng deve avvenire nell’arco della mattinata e non va protratta oltre i 3 mesi. Può interferire con i farmaci fenelzina e warfarina, provocando reazioni avverse del sistema nervoso con il primo e diminuendo l’effetto anticoagulante del secondo. La GAS, sindrome di abuso da Ginseng, avviene in caso di assunzione prolungata di 3 g di estratto al dì, con irrequietezza, stati di ipertensione, insonnia, eruzioni dermiche, diarrea mattutina.

Posologia

Estratto molle: da 1 a 3 cucchiaini monodose la mattina a digiuno.

Estratto Fluido: 70 gtt la mattina a digiuno in un po’ d’acqua.

Estratto Secco: titolato in ginsenosidi al 2% (non meno dello 0,4%), 200-300 mg al dì.

Tintura Idroalcolica (1:2): da 1,5 ml a 6 ml al dì.

Uso domestico

Per via interna

Decotto: 1-2 g di droga in 150 ml di acqua da far bollire per qualche minuto; si assumono fino a tre tazze al giorno nel primo arco della giornata.
Vino al Ginseng: si prendono 15 g di radice e si mettono a macerare in 1 litro di vino bianco dolce per un mese in un barattolo di vetro. Si mescola di tanto in tanto e passato il tempo si filtra. Se ne prende un cucchiaio da minestra prima dei pasti.

Principi attivi

Ginsenosidi (soprattutto Rb1, Rb2, Re e Rg1); olio essenziale; composti acetilenici; glicani; vitamine (soprattutto del gruppo B); sali minerali; oligoelementi.

_________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Guida ai rimedi naturali

Vuoi imparare a orientarti tra i più efficaci preparati naturali ed evitare l’utilizzo di farmaci di sintesi? Questa guida, esauriente e di facile consultazione, ti aiuterà nella scelta delle soluzioni più salutari per impiegare al meglio tinture madri, oleoliti, macerati e altri derivati naturali e individuare con facilità la cura più appropriata.

Il volume raccoglie più di 40 schede esplicative che descrivono iprincipi attivi, la posologia, le proprietà, ma anche il percorso storico e l’utilizzo tradizionale dei più efficaci rimedi naturali.
L’agevole indice, che riporta le indicazioni e i nomi delle erbe in varie lingue, contribuisce a fare di questo libro un utile strumento, non solo per chi viaggia, ma anche per l’erborista e tutti gli operatori del settore.

Un pronto soccorso immediato, dunque, ma anche un pratico dizionario per servirsi dei rimedi di Madre Natura.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento