No alle capitozzature degli alberi: appello per una legge

Tredici tra enti e associazioni hanno chiesto al governo una legge che regolamenti una corretta gestione del verde urbano e impedisca le devastazioni che continuano a vedersi nelle città, come le capitozzature e altre pratiche distruttive simili. Tra i richiedenti c'è anche Terra Nuova.

17 Giugno 2019

Una coalizione di 13 tra enti e associazioni ambientaliste ha inviato una lettera al Ministro dell'Ambiente e a quello dei Beni Culturali, chiedendo di emanare una norma sulle tecniche opportune per mantenere gli alberi, vietando allo stesso tempo le pratiche distruttive e controproducenti per la salute e la stabilità delle piante (e quindi pericolose per la sicurezza pubblica) quali le potature drastiche tramite capitozzatura o simili. Terra Nuova Edizioni è tra i promotori e sottoscrittori della lettera.

«Gli alberi sono esseri viventi, fondamentali per migliorare la qualità della nostra vita. Producono l'ossigeno che respiriamo e contribuiscono a contrastare i cambiamenti climatici. Riducendo l'inquinamento atmosferico, aiutano a prevenire decine di migliaia di morti premature per malattie respiratorie, come documentano l'Organizzazione Mondiale della Sanità e la FAO delle Nazioni Unite - spiegano i promotori della coalizione - Le aree verdi sono importanti per il nostro benessere e relax, sono luoghi di incontro e per il gioco dei bambini. Parchi e giardini sono ricchi di biodiversità e, caratterizzando il paesaggio, incrementano anche il valore immobiliare dei nostri appartamenti».

«Aumentare la presenza di spazi verdi e alberi in città promuove numerose forme occupazionali - proseguono i promotori dell'iniziativa - si tratta quindi di una grande occasione per offrire lavoro a personale sia tecnico (monitoraggi, progettazione, controlli di stabilità, ecc.) che operativo (cure agronomiche e arboricolturali, nuovi impianti, ecc.). In Italia è già operativa la Legge n.10 del 14 gennaio 2013 che si pone come un ottimo punto di partenza per sottolineare l'importanza del verde urbano; inoltre il Ministero dell'Ambiente ha prodotto documenti strategici e linee guida. Tutto questo è importante, ma non basta per assicurare un approccio moderno e corretto alla gestione degli alberi. Per questo motivo, chiediamo una legge che regolamenti seriamente la materia».

Le associazioni hanno chiesto di incontrare i Ministri per collaborare a questo percorso, che ha lo scopo di fare attività utili per migliorare le città, offrire lavoro e tutelare l'ambiente.

L'elenco degli enti e associazioni firmatarie:

Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio

Federazione Nazionale Pro Natura

Lipu - BirdLife Italia

Respiro Verde Legalberi

Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio

Gruppo di Intervento Giuridico Onlus

Stop al Consumo di Territorio

ISDE Italia – Medici per l’Ambiente

GUFI – Gruppo Unitario Foreste Italiane

AIVP – Associazione italiana Professionisti del Verde

Erythros

Terra Nuova Edizioni

Comitato per la Bellezza

Già Terra Nuova si era mobilitata per una Campagna di sensibilizzazione per dire no alle capitozzature

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Alberi vivi PATRIZIA

17/08/2019 23:42

È insopportabile vedere umiliare questi esseri che ci danno la vita ogni giorno, e poi tutti si lamentano del clima che aumenta.....mi piange il cuore e mi cresce la rabbia ogni volta che vedo decapitare un albero che fin poco prima era maestoso e ci portava ossigeno, ombra, movimento, voci, cinguettii...al loro posto ora c'è un vuoto mortale....tutto è cominciato con Vaia... Ma gli uomini non capiscono proprio niente...

Alberi vivi PATRIZIA

17/08/2019 23:41

È insopportabile vedere umiliare questi esseri che ci danno la vita ogni giorno, e poi tutti si lamentano del clima che aumenta.....mi piange il cuore e mi cresce la rabbia ogni volta che vedo decapitare un albero che fin poco prima era maestoso e ci portava ossigeno, ombra, movimento, voci, cinguettii...al loro posto ora c'è un vuoto mortale....tutto è cominciato con Vaia... Ma gli uomini non capiscono proprio niente...

a Viterbo squarci

22/06/2019 12:38

Condivido questa battaglia. Due anni fa ho pubblicato su YouTube immagini dello scempio fatto a Viterbo sulla via Cassia. A chi interessasse, questo è il link:
https://youtu.be/LMFkMKLgE3s

Dottoressa Giovanna Gioioso

17/06/2019 17:47

È uno scempio! Per dirla con le parole di mio padre 90enne, agricoltore per professione e per passione fino a 86 anni. Lui usava il seghetto a mano o le cesoie per potare senza ferire le sue piante da frutto (oltre 300 alberi)

Posta un commento