Infuso di achillea per la cura naturale delle piante

Una pianta molto diffusa che si trova spontanea in tutta Italia fino ai 2200 m di quota. Cresce sempre in pieno sole nei campi incolti erbosi, nei prati aridi, al margine delle strade di campagna e nelle radure dei boschi. È utile per combattere insetti e malattie delle piante, senza ricorrere a prodotti dannosi per la salute e l'ambiente.

19 Maggio 2017
Infuso di achillea per la cura naturale delle piante

Impiego e indicazioni per la cura delle piante

L'infuso ottenuto dalle infiorescenze fresche ha mostrato ottimi risultati nel controllo della septoriosi del pomodoro.

L'achillea consente, secondo i risultati di esperienze condotte in Austria e Svizzera, di ridurre le quantità di zolfo utilizzate per i trattamenti antifungini sulla vite e sugli alberi da frutto.

Le sperimentazioni in campo di Maria Thun hanno anche mostrato come l'impiego dell'infuso sulle graminacee stimola la produttività di cereali, favorisce un buono stato fitosanitario e migliora la capacità germinativa delle sementi prodotte. Inoltre, l'infuso di achillea si utilizza in tutte le situazioni di stress da calore, perchè detiene proprietà rinfrescanti.

L'estratto non deve essere confuso con il preparato biodinamico 502, ottenuto a partire dai capolini delle infiorescenze e utilizzato nell'apprestamento del cumulo.

Principali malattie e parassiti contrastati

Frutticole: coadiuvante nella difesa dell'oidio.

Vite: coadiuvante nella difesa dell'oidio.

Orticole: septoriosi del pomodoro.

Altre colture: ruggini dei cereali.

Preparazione dell'infuso di achillea

Si utilizzano le sommità fiorite completamente schiuse, tagliate mantenendo solo pochi centimetri di fusto. Il momento più indicato per la raccolta è durante la fioritura, ma il periodo di maggiore concentrazione dei principi attivi si ha fra giugno e luglio.

Le sommità fiorite possono essere essiccate.

Versare un litro di acqua bollente su 20 grammi di infiorescenze fresche o 3 grammi secche, lasciando in infusione per 15 minuti. L'infuso così preparato va diluito in 9 litri di acqua prima di utilizzarlo sulle foglie delle piante con l'aiuto di uno spruzzino.

Ricetta tratta dal libro Preparati vegetali contro i parassiti di orto e frutteto

Con questo libro scoprirete quanto sia semplice, economico ed ecologico preparare in casa formulati insetticidi e repellenti vegetali, in grado di proteggere le piante dell’orto e gli alberi da frutto dai principali parassiti.

A differenza di alcuni disinfestanti vegetali come il piretro, ottenuti attraverso un complesso procedimento industriale, le ricette presentate in questo volume, sono alla portata di tutti: si tratta di infusi, decotti o macerati di ortica, equiseto, assenzio e di altre piante molto comuni che si possono raccogliere in natura o acquistare in erboristeria.

Il libro, organizzato in schede, presenta le istruzioni dettagliate per la preparazione dei singoli preparati e il loro impiego, nonché l’indicazione dei parassiti contrastati.

Un volume agile che non può mancare nella libreria di ogni appassionato dell’orto naturale.

In offerta SCONTO 15% su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento

Inserisci entrambe le parole sottostanti, con o senza spazi.
Le lettere non sono case-sensitive.
Non riesci a leggerlo? Provane un'altra