Infertilità: le fasi del lutto

Si parla sempre di “elaborazione del lutto”, ma cosa significa? Quali sono le tappe di questo processo che non è legato solamente alla morte di qualcuno ma anche al fatto di abbandonare un’idea, un progetto, una situazione, per poter passare a una nuova fase, una nuova avventura? Ecco come avviene questo processo dopo una diagnosi di infertilità.

26 Settembre 2019
Infertilità: le fasi del lutto. Genitori e figli

Una diagnosi di infertilità equivale a un vero e proprio lutto per la coppia che desidera avere un figlio. Questo lutto viene elaborato attraverso sette fasi, elencate di seguito:

1 – Shock e rifiuto

La prima fase del lutto è rappresentata dallo shock e dal rifiuto.
Le persone infertili provano uno shock all’annuncio della cattiva notizia e si rifiutano di accettare la realtà dei fatti. Quella dello shock e del rifiuto è una fase di difesa, perché alle persone coinvolte sembra impossibile poter gestire una tale situazione.
Le persone in stato di shock non riescono neanche a svolgere le attività più semplici o a prendere delle decisioni di base.

Esempio: “Dunque è tutto finito, mi hanno detto che non c’è più speranza che io possa rimanere incinta! Ma forse non abbiamo ancora provato tutto? Fatemi fare ancora un tentativo!”.

2 –Dolore e senso di colpa

Durante questa seconda fase, le persone diventano consapevoli della realtà in maniera violenta; è una fase contrassegnata dal dolore. Si tratta di un mix di sentimenti contrastanti: spesso si prova senso di colpa e rimorso nei confronti delle scelte effettuate, le quali sembrano aver portato a questa perdita irreversibile. A volte il dolore spinge le persone che vivono un lutto a sentirsi colpevoli e a considerarsi responsabili della propria perdita.

Esempio: “Mi sarei dovuta decidere prima a fare un bambino!”.

3 – Rabbia

È allora che la rabbia prende il sopravvento. Quel che è successo è ingiusto e inaccettabile! Questo sentimento potrebbe portare a concentrare la propria rabbia su una persona in particolare, per poter materializzare e deviare questo sentimento.

Esempio: “Perché gli altri riescono a fare dei figli e io no? Anche i più idioti ce la fanno!”.

4 – Negoziazione

È quando raggiungono questa quarta fase che le persone infertili iniziano a “negoziare” con se stesse affinché la perdita sembri accettabile.

Esempio: “Non avrò mai un figlio, ma in fondo non mi sentivo del tutto in grado di fare la madre!”.

5 – Depressione e dolore

È la fase della comprensione, ma le persone infertili non sono in grado di farvi fronte.
Depressione, cattivo umore: le persone infertili sono disperate e si comportano in maniera passiva. Non sanno come alleviare l’immensa sofferenza che provano e non riescono più a vivere normalmente la quotidianità.

Esempio: “La mia vita non ha più senso senza un bambino. Cosa farò? Non ho voglia di fare nulla…”.

6 – Ricostruzione

Durante questa sesta fase, le persone infertili rialzano la testa e iniziano a dedicarsi nuovamente a delle attività per sfuggire il dolore e ricominciare a sentirsi vive, gettando così le basi per la successiva e ultima tappa, ovvero l’accettazione e la riconciliazione con la realtà. È anche la fase in cui inizia il processo di ricostruzione, e la persona che vive il lutto cerca delle soluzioni e dei mezzi per uscire dal proprio dolore.

Esempio: “Ho deciso di fare quel lungo viaggio che ho sempre rimandato a causa dei trattamenti! Poi farò un bilancio delle mie competenze per vedere cosa posso aspettarmi dal mio futuro professionale”.

7 – Accettazione

È l’accettazione della realtà! Significa accettare ciò che non potrà accadere e iniziare a progettare il futuro. Riacquisire fiducia in se stessi! Le persone diventano propositive nei confronti del futuro! La tristezza è sempre presente, anche se è meno evidente, ma la vita ricomincia.

Esempio: “Non sarò mai madre… ma la vita continua, per cui io la ricostruirò e la immaginerò in un altro modo”.

_________________________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Infertilità

Desideri da tempo diventare mamma, o papà, e non ci riesci? I medici incontrati finora sono stati poco incoraggianti? Non sopporti più le domande di amici e familiari? La voglia di avere un bambino sta mettendo a dura prova il tuo equilibrio psicologico e quello di coppia? Ebbene, questo libro ti può essere di grande aiuto.

Forte della sua lunga esperienza di sostegno alle coppie infertili, l’autrice spiega, in modo documentato e con un linguaggio semplice, in cosa consiste la procreazione medicalmente assistita (PMA), quali sono le tecniche utilizzate e le procedure da seguire.

Non mancano, insieme alle indicazioni di carattere medico, consigli pratici, riflessioni e suggerimenti che mirano a preservare l’equilibrio individuale e della coppia in un momento cruciale come quello segnato dal desiderio di genitorialità.

Chiude il libro un capitolo interamente dedicato alle medicine e alle pratiche complementari (agopuntura, osteopatia, sofrologia ecc.), il cui apporto si sta dimostrando di grande aiuto per vivere meglio il percorso di preparazione alla procreazione.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento