Ribes nigrum, il rimedio del Ventesimo secolo

Un rimedio naturale efficace come antinfiammatorio e antiallergico, con molte altre proprietà. Scopriamone gli utilizzi in relazione ai vari principi attivi che se ne possono estrarre.

03 Marzo 2020
Ribes nigrum, il rimedio del Ventesimo secolo. Salute naturale

Il ribes è una pianta molto usata e molto discussa, soprattutto per quanto riguarda le varie preparazioni fitoterapiche. Originario del centro Europa, è facile trovarlo in zone montuose e nei fondovalle umidi e ombrosi. Fino al 1500 non troviamo niente in letteratura sul ribes; nel XVI secolo solo poche citazioni, oltre al consumo alimentare come frutto viene utilizzato da alcuni studiosi come diuretico e nel morso delle vipere, ma senza ottenere molto successo.

Nel 1712 finalmente acquisisce fama ufficiale grazie al trattato pubblicato dal monaco Bailly De Montaran, dove se ne esaltano le numerosissime proprietà curative. Ma è all’inizio del Ventesimo secolo che si inizia a prenderlo davvero in considerazione, grazie a tutta una serie di studi clinici e sperimentazioni che ne confermano l’efficacia.

Dinamica dei costituenti

Sia le foglie che i frutti sono ricchi di flavonoidi, una classe di principi attivi molto importanti per l’azione antinfiammatoria; hanno inoltre proprietà antiallergiche e sono capaci di aumentare la resistenza dei capillari. Le foglie contengono poi i tannini e un particolare olio essenziale che libera nel nostro organismo delle sostanze stimolanti l’epitelio renale, tanto da provocare un’abbondante diuresi. Questa azione provoca una vasodilatazione e di conseguenza una riduzione dell’ipertensione.

Nei frutti troviamo in particolare vitamina C e gli antociani, utilissimi contro i radicali liberi e protettivi del microcircolo. I semi, invece, sono ricchi di acidi grassi essenziali, i famosi omega 3 e 6, che dobbiamo necessariamente introdurre con la dieta in quanto il nostro corpo non li sintetizza. L’azione delle gemme, infine, è mirata particolarmente alle ghiandole surrenali, dove attraverso un determinato stimolo si ha l’aumento del tasso di cortisolo ematico. In pratica agiscono da cortisonico naturale senza avere gli effetti collaterali del cortisone, quali l’iperglicemia, la ritenzione idrica, l’ipertensione e l’ulcera gastrica.

Estratti e indicazioni d’uso

Spesso accade che di una stessa pianta si possano utilizzare diverse parti estraendo principi attivi che hanno poi un’azione differente. Ecco, nello specifico, le indicazioni per i vari estratti del Ribes.

- Tintura Madre, Estratto Secco: • sindromi reumatiche, artrite, artrosi • allergie • patologie infettive • iperuricemia • ipertensione

- Macerato Glicerinato, Macerato Glicerinato Spagyrico: • iposurrenalismo • sindromi allergiche • rinite, sinusite, bronchite • asma bronchiale • astenia con freddolosità • artrosi, artrite • orticaria, dermatite • adenoma prostatico

- Olio: • psoriasi, orticaria, acne • eritemi, prurito, desquamazioni • dermatite atopica • sindrome premestruale • ipercolesterolemia

Quanto prenderne?

Di seguito le posologie in base agli estratti usati.

Tintura Madre: da 90 a 150 gtt al dì suddivise in 3 somministrazioni.

Estratto Secco: titolato al 3,8 % in derivati flavonici come rutina, 30 mg al dì degli stessi derivati.

Macerato Glicerinato: da 70 a 150 gtt in una o più somministrazioni, possibilmente la mattina nell’arco di tempo in cui le surrenali dismettono cortisolo, tra le 8.00 e le 13.00. Nella fase acutissima della manifestazione, si possono prendere 150-200 gtt per un breve periodo di 2-3 giorni al massimo. Lavorando, invece, sulla tipologia di base di una persona, si può assumere un dosaggio di 50 gtt anche per lungo tempo.

Macerato Glicerinato Spagyrico: 10-20 gtt per 3 volte al dì in acqua a digiuno.

Olio: titolato al 17% in acido alfa-linoleico, da 200 a 250 mg al giorno di GLA.

Avvertenze

Non sono note controindicazioni. Bisogna fare attenzione in caso di ipertensione nell’utilizzo della tintura e del gemmoderivato, mentre per chi assume anticoagulanti si consiglia cautela nell’uso dell’olio.

_________________________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dalla rubrica Il rimedio del mese

Leggi la rubrica su Terra Nuova Marzo 2020

Abbonati

Dove acquistare

Richiedi copia omaggio

Archivio rivista

Acquista l'ultimo numero online

Scarica la APP e leggi Terra Nuova in digitale

Visita www.terranuovalibri.it lo shop online di Terra Nuova

 

IL LIBRO

GUIDA AI RIMEDI NATURALI

Vuoi imparare a orientarti tra i più efficaci preparati naturali ed evitare l’utilizzo di farmaci di sintesi? Questa guida, esauriente e di facile consultazione, ti aiuterà nella scelta delle soluzioni più salutari per impiegare al meglio tinture madri, oleoliti, macerati e altri derivati naturali e individuare con facilità la cura più appropriata.

Il volume raccoglie più di 40 schede esplicative che descrivono iprincipi attivi, la posologia, le proprietà, ma anche il percorso storico e l’utilizzo tradizionale dei più efficaci rimedi naturali.

L’agevole indice, che riporta le indicazioni e i nomi delle erbe in varie lingue, contribuisce a fare di questo libro un utile strumento, non solo per chi viaggia, ma anche per l’erborista e tutti gli operatori del settore.

Un pronto soccorso immediato, dunque, ma anche un pratico dizionario per servirsi dei rimedi di Madre Natura.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

LA TUA FARMACIA NATURALE

Un piccolo infortunio, un fastidioso mal di testa, un banale raffreddore? La prima reazione è quella di andare in farmacia per farsi consigliare la medicina del caso, che il più delle volte, dopo un paio di applicazioni, viene abbandonata per finire poi nella spazzatura.

Esistono però anche altre soluzioni, più ecologiche, salutari ed economiche. Nella maggior parte dei casi, i piccoli disturbi si possono curare con rimedi che abbiamo a portata di mano in cucina o in giardino, o che si possono trovare in natura. Un esempio? La cannella è ottima per lenire il mal di gola, lo zenzero per alleviare la nausea, la propoli per disinfettare, le foglie di cavolo per calmare i dolori di una brutta storta.

Questo libro è un invito a riscoprire le virtù delle piante officinali e di altri rimedi naturali come il miele, l’argilla, la propoli e gli oli essenziali, con i quali si può creare una piccola farmacia domestica, una sorta di valigetta di pronto soccorso naturale da tenere sempre a portata di mano per affrontare, con le opportune cautele, le emergenze minori.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento