La Spagna in chiave Ecoturistica

Un meraviglioso paese da scoprire, lontano dal turismo di massa con spazi e attività ecosostenibili per tutti i gusti. Come organizzare il viaggio, suggerimenti e selezionare le mete.

22 Ottobre 2018

La Spagna è il paese europeo con la maggiore biodiversità e la superficie più estesa di aree protette; 15 parchi nazionali 48 riserve della biosfera, 10 geo parchi, e oltre 170 parchi naturali con zone di protezione speciale per volatili e aree di speciale conservazione della rete Natura2000. Questi spazi coprono il 30% della superficie totale del paese. Qui è possibile andare alla scoperta della natura coniugata in armonia con le manifestazioni culturali e gastronomiche più autentiche. La Spagna è la destinazione perfetta per l’offerta dell´Ecoturismo sostenibile e responsabile e la conservazione delle tradizioni e dello sviluppo locale.
Per accedere facilmente al mondo dell’ecoturismo, il Club dell’Ecoturismo Spagnolo www.soyecoturista.com  mette a vostra disposizione tutte le info utili per il vostro Viaggio:  Spazi protetti controdistinti da un paesaggio d’importante valore naturale e per applicare un piano di turismo sostenibile. Alloggi e imprese di servizi turistici di qualità che collaborano con gli spazi protetti preservando l’ambiente e lo sviluppo locale. Infine esperienze e attività diverse per tutte le età e preferenze sempre in chiave eco responsabile.
Inoltre nel portale www.spain.info  puoi trovare le migliori proposte per approfondire la destinazione Spagna.
Abbiamo selezionato alcune zone e iniziative:

La Garrotxa si trova nel nordest della penisola Iberica, tra i Pirenei e la Costa Brava. È un territorio fertile e ricco conformato da vallate, fiumi, campagne, Masías (casali di campagna), boschi e piccoli borghi che hanno saputo conservare l’essenza rurale di una volta. Qui il gruppo Cucina Volcánica ha creato una rete di ristoranti a km 0, impegnati nel recuperare la cucina e gli ingredienti tradizionali come modello di sviluppo economico sostenibile
 

L’area collinare con “dehesas” millenarie e boschi di noci centenari del Parco naturale Sierra de Aracena e Picos de Aroche, sono paesaggio dichiarato riserva della Biosfera. In questa zona l’associazione delle imprese del turismo si sono particolarmente impegnate nella ristrutturazione di conventi, mulini e casali che conformano una rete di alloggi, che hanno consentito un modello di turismo sostenibile, e che sono stati concepiti in maniera ecosostenibile: dai materiali per la sua costruzione alla manutenzione e gestione in quest’ottica.
 

Infine, l’isola di Lanzarote è stata dichiarata riserva della biosfera nel 1993. In mezzo allo scontro tra il turismo di massa e il fragile equilibrio naturale, sorgono diverse realtà ecosostenibili che propongono attività di diving rispettoso dell’ambiente marino, strutture ricettive impegnate nella conservazione della bioarchitettura tradizionale, e cantine che propongono una produzione del vino senza stress ambientale.
Se sei interessato e vuoi restare informato delle novità delle destinazioni ecosostenibili in Spagna: iscriviti qui https://goo.gl/94HyWn   specificando Ecoturismo nel campo “commenti” richiesta informazioni.

di Sergio Tonon

Posta un commento