Confettura di fichi con mandorle tostate e limone

Settembre tempo di... fichi! Saporiti, profumati e irresistibili: ecco come trasformarli in una gustosa confettura, con l'aggiunta di mandorle e un pò di limone, da riporre in dispensa e gustare durante le colazioni invernali.

06 Settembre 2018
Confettura di fichi con mandorle tostate e limone. Ricette vegan

Ingredienti

• 1 kg di fichi
• 200 gr di zucchero di canna integrale
• il succo e la buccia di un limone
• 15-20 mandorle pelate

Occorrente

• barattoli di vetro con coperchio ermetico di varie misure.

Per sterilizzare i barattoli e i coperchi potete procedere come segue: accendete il forno a 50°; nel frattempo che scalda lavate con cura sotto acqua calda i vostri barattoli e i coperchi. Scolateli e ponete in forno i barattoli di vetro per 15 minuti; i coperchi dovrete metterli solo gli ultimi 2 minuti. Estraeteli dal forno con delicatezza e senza toccarli troppo; poneteli a testa in su vicino alla marmellata in cottura.

Procedimento

Lavate i fichi, tagliateli in 4 e metteteli in una ciotola coperti con lo zucchero, il succo di limone e la buccia tagliata a listarelle sottili e privata della parte bianca. Coprite e lasciate riposare una notte. L'indomani cuocete la confettura a fuoco vivace per circa mezz'ora, schiumando spesso.

Aggiungete al composto le mandorle, che avrete tostato leggermente e tagliato a pezzetti non troppo piccoli. Continuate a cuocere finché la densità raggiunta non è quella ottimale: non aspettate che diventi eccessivamente densa, fate la prova con un cucchiaio, se la confettura scivola piano è pronta per essere invasata.

Ponetela nei vasi sterilizzati fino a circa 1 cm dal bordo, chiudete ermeticamete e poneteli su un tagliere di legno a testa in giù, uno vicino all'altro coperti da più teli di stoffa in modo da conservare il calore. Lasciate freddare e poi capovolgete: se il sottovuoto è stato eseguito correttamente il tappo sarà chiuso ermeticamente, pronto per l'etichetta e la dispensa. Se, al contrario, il tappo di un vasetto risultasse convesso al centro, e premendoci sopra suonasse a vuoto, riaprite la marmellata, sterilizzate un altro vaso e un altro tappo, scaldate bene in una pentola la marmellata e ponetela nel nuovo barattolo che come sopra lascerete riposare a testa in giù in attesa che si raffreddi e faccia il sottovuoto.

Buona colazione!

Foto di Francesco Giannoni

___________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Confetture al naturale

Come preparare marmellate e confetture senza zucchero? Confezionando vasetti di piccole dimensioni da riporre in frigo una volta aperti e combinando frutti diversi partendo dal grado di pastosità e acidità di ciascun ingrediente.

I dolcificanti naturali (miele, malto e zucchero di canna) consentono di ottenere un prodotto di qualità invidiabile senza additivi e conservanti aggiunti.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Federica Del Guerra


Forse ti interessa anche:

Posta un commento