Pastasciutta del brigante

Un primo piatto veramente gustoso, che saprà conquistare tutti. Da provare anche nella variante con cavolfiore.

31 Marzo 2019
Pastasciutta del brigante. Ricette vegan

Ingredienti

• 350 g di pasta mista integrale
• 1 broccolo da circa 500 g
• 500 g di passata di pomodoro
• 2 spicchi di aglio
• 2 cucchiai colmi di uvetta
• 2 cucchai colmi di pinoli
• brodo vegetale
• 3 cucchiai di olio
• 2 cucchiai di prezzemolo tritato
• sale e peperoncino

Procedimento

Lavate le cimette del broccolo e pulite con un pelapatate lo strato esterno del gambo. Tritate finemente l'aglio e mettetelo in un tegame con metà dell'olio, poca acqua e un pizzico di sale. Quando comincerà a profumare unite la passata. Fate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti, quindi unite l'uvetta ammollata e i pinoli.

Mentre la salsa prosegue la cottura fate bollire abbondante acqua salata e lessate la pasta.
Poco dopo aggiungete le cimette del broccolo e il gambo tagliato a pezzetti; se ci sono delle foglie aggiungete anche queste, tagliate a striscioline. Quando la pasta è al dente prelevatela con la schiumarola e trasferitela nel tegame della salsa. Fate insaporire brevemente e spegnete il fuoco. Regolate di sale, condite con l'olio rimasto, il prezzemolo e il peperoncino.

Nota. Si dice che in Calabria le donne dei briganti cucinassero ai mariti questo piatto con formati diversi di pasta, in modo da finire anche gli ultimi avanzi. Va bene qualsiasi tipo di pasta, a patto che i tempi di cottura siano uguali. La ricetta è ottima anche con il cavolfiore.

____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Riciclare in cucina

Ogni anno gettiamo nella spazzatura 179 chili di cibo buono, uno spreco insensato per il nostro portafoglio e una fonte di inquinamento in più per l’ambiente. Eppure trasformare in modo gustoso e creativo gli scarti vegetali e gli avanzi alimentari è meno difficile di quanto non si creda.

Come dimostra l’autrice nelle oltre 80 ricette presentate in questo libro riutilizzare baccelli, foglie, gambi e altre parti di vegetali comunemente buttate via, oppure gli avanzi del giorno prima non solo costituisce un grande risparmio, ma offre l’opportunità di preparare piatti gradevoli e originali.

Qualche esempio di felice recupero? Una crema di foglie di carciofi o di soli baccelli di piselli, gambi di broccoli cucinati nei modi più diversi, torsoli di cavolo che acquisiscono una straordinaria dignità gastronomica accompagnati con qualche cappero o da semi oleosi. Per conoscere gli altri esempi è sufficiente sfogliare il libro… e insieme godere delle splendide immagini che accompagnano le ricette più intriganti.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DELLA RIVISTA


di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento