Teffotto ai funghi

La ricetta per un primo piatto appetitoso, che vi permetterà di portare in tavola qualcosa di diverso dal solito risotto.

07 Dicembre 2018
Teffotto ai funghi

Ingredienti

  • 150 g di grani di teff bianchi
  • 800 ml di acqua bollente
  • 1 cucchiaio di dado vegetale
  • 1 porro
  • 250 g di funghi
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 50 g di formaggio grana grattugiato oppure di lievito alimentare
  • 2 terrine
  • pentola larga dai bordi bassi

Procedimento

La sera precedente mettete i grani di teff in ammollo.
Alla mattina lavate e tagliate il porro a rondelle e immergetelo nell'acqua fredda per una decina di minuti.

Preparate i funghi grattando via la terra e tagliandoli a fette. Scolate il teff e il porro.
Versate l'olio extravergine di oliva in una casseruola larga e bassa, accendete il fuoco e fate tostare il teff qualche minuto scuotendo la pentola dal manico.

Aggiungete il porro e i funghi, lasciateli amalgamare e cominciate a versare una mestolata di acqua calda e dado.

Continuate ad aggiungere acqua calda fino a fine cottura man mano che la precedente si sarà assorbita.
Trascorsi 30 minuti spegnete il fuoco e impiattate il teffotto spolverando con formaggio grana oppure lievito alimentare.

VARIANTI

Teff al miele con crema di mandorle

Data la resa del teff in cottura, paragonabile al nostro semolino, si può impiegare questo seme anche in ricette dolci. Provate a cuocere 250 g di grani di teff precedentemente ammollati per una notte nel latte vegetale allungato con acqua. A fine cottura versatelo in quattro piccoli recipienti e aggiungete un cucchiaio di miele di acacia e uno di crema di mandorle. Consumate tiepido o fresco. Sarete piacevolmente sorpresi dal sapore delicato e dalla consistenza del vostro dessert.

_____________________________________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Abbasso l'indice glicemico

Abbasso l'indice glicemico

L’indice glicemico è un indicatore fondamentale per la nostra salute, rileva la capacità di un alimento di aumentare la glicemia nel sangue. Questo non significa che dobbiamo rinunciare a pane, pasta, dolci… ma che è meglio sostituire alcuni ingredienti con altri a basso IG.
Mettiamo quindi al bando farine raffinate, zucchero bianco, cibi industriali e sostituiamoli con prodotti integrali, con dolcificanti naturali come stevia, agave, cocco, betulla e miele d’acacia, con cereali e pseudocereali come quinoa, amaranto, grano saraceno, orzo e avena. E poi portiamo in tavola tanti legumi, semi oleosi, ortaggi e frutta a chilometro zero.
Insomma è importante privilegiare ingredienti a basso IG, di stagione e possibilmente biologici, rispettosi della nostra salute e dell’ambiente.
Provando le ricette proposte in questo libro – i primi e i piatti salati, i finger food e i dolci, senza dimenticare i consigli per la colazione – potremo finalmente dire a gran voce: «Abbasso l’indice glicemico!».

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento