Torta di datteri e mandorle

Una torta soffice, gustosa e sana, che nasconde al suo interno una squisita crema di datteri. Vegan e leggera, fra gli ingredienti non ci sono le uova, il latte vaccino, burro e zucchero bianco.

22 Ottobre 2018
Torta di datteri e mandorle. Ricette vegan

È possibile accontentare la voglia di dolce, appagare tutti i sensi e concedersi una coccola ma con biscotti e dessert realizzati senza burro, latte vaccino, zucchero raffinato o uova? Il pasticciere Pasquale Boscarello risponde di sì!

E lo fa a suon di profumate e deliziose sfornate di torte, biscotti e dessert vegan che propone nel volume Il grande libro della pasticceria naturale . Un ricettario a colori con oltre 60 ricette vegan per realizzare dolci golosi e sani e con una sezione finale speciale di ricette senza lievito e senza glutine, per accontentare proprio tutti.

Torta di datteri e mandorle

Ingredienti

• 230 g di farina 0
• 40 g di malto di mais
• 40 ml di olio di mais
• 5 g di lievito di birra fresco o una bustina di lievito bio cremortartaro
• 1 cucchiaino scarso di vaniglia in polvere
• la buccia grattugiata di 1/2 limone
• 60 ml di acqua tiepida

Per la crema di datteri

• 500 g di datteri denocciolati
• 350 ml di acqua
• 1 pizzico di sale

Per decorare

• Lucido: miscela di malto e acqua calda in rapporto 3 a 1
• 20 g di mandorle in scaglie

Inoltre:

• tortiera tonda a bordo basso di 28 cm
• carta da forno
• matterello
• mixer a immersione o frullatore

Procedimento

Lavate i datteri e cuoceteli coperti e a fuoco basso con l’acqua e il pizzico di sale fino al completo assorbimento del liquido di cottura. Frullate e fate raffreddare la crema.

Procedete preparando l’impasto della torta: fate sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e lasciate da parte. Non vi fate spaventare dal lievito di birra utilizzato in ricetta, sarà completamente insapore e inodore nella vostra torta visto che le dosi utilizzate sono veramente piccole. Se come agente lievitante preferite però utilizzare il cremortartaro, non è necessario questo passaggio.

Prendete nel frattempo una ciotola capiente dove mettere la farina, il pizzico di sale, la vaniglia e la buccia del limone. Fate un buco al centro e incorporate, sempre mescolando, l’olio di mais e poi, poco alla volta, il lievito (di birra o il cremortartaro) e il malto. Lavorate quindi l’impasto unendo fra loro tutti gli ingredienti, sempre con più energia e aiutandovi con un po’ di farina, fino a che non avrete ottenuto una palla priva di grumi.

Infarinate un piano di lavoro e trasferitevi l’impasto: lavoratelo per 5 minuti circa, con movimenti continui e circolari, fino a che non risulta elastico e liscio. Fatelo riposare 30 minuti

A questo punto, con l’aiuto di un matterello, ricavate una sfoglia premendo l’impasto a partire dal centro e procedendo verso l’esterno. Quando avrete ottenuto un disco di 30 cm circa, adagiatelo su una teglia rivestita con carta da forno e con i pollici premete per bene gli angoli interni della sfoglia modellando il bordo.

Spalmate sulla base la crema di datteri e fate cuocere in forno caldo a 200° per 40 minuti.

Appena sfornata, spennellate la superficie della torta con il lucido e decorate con una cascata di scaglie di mandorle tostate brevemente in una padella antiaderente.

 

NB: Non avendo le mandorle ho utilizzato qualche noce tritata e un po' di farina di cocco per decorare la superficie della torta.

____________________________________________________________________________________________________________________

Ricetta tratta dal libro Il grande libro della pasticceria naturale

Questo ricettario, interamente a colori, è la riedizione aggiornata e rivista del best seller Pasticceria naturale, pubblicato dalla nostra casa editrice nel 2008.
Per l’occasione l’autore ha selezionato oltre 60 ricette, che sono state riviste al fine di rendere più semplice la realizzazione degli impasti di sua creazione, rigorosamente privi di prodotti animali. Imparerete a usare, con ottimi risultati, la farina di tipo 0 e quella di manitoba, il malto invece dello zucchero, e poi mandorle, nocciole e tanti altri semi oleosi, uvetta, talvolta zucca, carote, datteri, cioccolato fondente, cocco e così via.

Per rendere più semplice la consultazione le ricette sono state suddivise in cinque sezioni: creme e dolci al cucchiaio; crostate, impasti soffici, merendine e biscotti; torte per le occasioni speciali; dolci senza glutine; e per concludere dolci senza lievito e gluten free.
Questo libro non è un semplice ricettario ma una guida che consente a tutti di realizzare prodotti di alta pasticceria naturale, non solo buoni ma anche sani ed etici grazie all’impiego esclusivo di ingredienti vegetali.

Ogni ricetta è accompagnata da una splendida foto che la rende ancora più golosa.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Federica Del Guerra


Forse ti interessa anche:

Posta un commento