Infertilità, poliabortività e alimentazione

Esiste un legame tra infertilità e alimentazione? Quali sono gli alimenti che sembrano influire sulla possibilità di avere figli? Scopriamo di più.

21 Novembre 2017
Infertilità, poliabortività e alimentazione

A livello medico il rapporto fra queste patologie e dieta è stato considerato solo in questi ultimi anni.

In realtà il tutto è partito da un'osservazione casuale. Si è notato infatti come alcune donne che faticavano a rimanere incinte risultassero celiache agli esami di routine, e come la situazione cambiasse nel momento in cui il glutine veniva escluso dalla loro dieta.Tuttavia il legame fra queste problematiche e alimentazione è tutto ancora da approfondire e verificare. L'abuso o il consumo in alcune costituzioni di determinati alimenti può essere visto anche come causa o concausa di difficoltà al concepimento. Si è in alcuni casi valutato il legame fra obesità e infertilità, oppure fra l'uso di alimenti quali latticini e prodotti da forno e la presenza di muco denso che rende più difficile sia la discesa dell'ovulo verso l'utero sia la risalita degli spermatozoi. Una loro diminuzione o esclusione, con l'introduzione di altri cibi che invece aumentano la fluidità o favoriscono l'eliminazione del muco, sono state in questi casi determinanti: fra questi le rape, i ravanelli, il daikon, le foglie verdi scottate e l'orzo.

Un altro legame tra fertilità e alimentazione è stato messo in evidenza con l'assunzione o meno di vitamina E. A metà degli anni Cinquanta, negli Stati Uniti, è stata scoperta casualmente l'azione di questa sostanza sul cuore proprio in un reparto ostetrico in cui veniva somministrata a scopo profilattico a tutte le donne – sotto forma di olio di germe di grano – per evitare interruzioni di gravidanza, parti prematuri e aborti dovuti a distacco di placenta. Sempre nello stesso periodo e dalla stessa équipe di medici venne poi scoperto l'antagonismo fra estrogeni e vitamina E.

-

Articolo tratto dal libro Gravidanza: la dieta ideale

Suggerimenti pratici su come mangiare, sui nutrienti e le combinazioni più opportune, analizzando anche che cosa accade a mamma e feto durante i tre trimestri, per una dieta sana ed equilibrata non solo in caso di disturbi e carenze nutrizionali, ma come scelta obbligata per tutte le donne che vogliono condurre una gravidanza consapevole.

Oltre alle ricette, il volume contiene numerosi consigli utili per affrontare con metodi naturali nausea e vomito, stitichezza, fastidi vaginali, ma anche ipertensione, diabete gestazionale ed eclampsia.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento