Preparati biodinamici: il decotto di equiseto

Tutte le indicazioni per preparare il decotto di equiseto con il metodo biodinamico.

29 Settembre 2018
Preparati biodinamici: il decotto di equiseto. Agricoltura biodinamica

1. Estrarre la silice dall’equiseto preparando un decotto con 50-100 grammi di fronde in 1-3 litri d’acqua piovana.

2. Far bollire per circa 30 minuti, quindi spegnere, lasciando il coperchio sulla pentola, e lasciar raffreddare.

3. Filtrare il concentrato, che avrà colore giallo-verde o marrone.

4. Preparare il decotto diluendo 1 parte di equiseto in 40 parti di acqua piovana, quindi dinamizzare per 15-20 minuti. La dinamizzazione aiuta il liquido ad aderire alle piante, rendendo il trattamento più efficace.

5. Versare il decotto in uno spruzzino.

6. Nebulizzare in gocce sottili direttamente sulle piante, bagnando sia la pagina superiore sia quella inferiore delle foglie. Applicare ogni 2 settimane, salvo in caso di piogge abbondanti.

Il decotto di equiseto può essere usato in sinergia o mescolato con altri preparati come il decotto di corteccia di quercia e la pasta per tronchi, entrambi con proprietà curative.

__________________________________________________________________________________________

Articolo tratto dal libro Orto e frutteto biodinamico

Orto e frutteto biodinamico è infatti un manuale pratico che con linguaggio semplice, preciso e con l'aiuto di moltissime illustrazioni prende per mano il lettore e lo guida all'applicazione di questa che è insieme una tecnica e una filosofia applicate all'agricoltura.
I primi due capitoli spiegano i principi dalla biodinamica, con ricette e indicazioni per impiegare nove preparati (cornoletame, cornosilice, achillea, camomilla, ortica, corteccia di quercia, tarassaco, valeriana, equiseto), la pasta per tronchi, il cumulo letame e altro ancora.  
A seguire 70 schede relative alla coltivazione di ortaggi e alberi da frutto comuni nel nostro paese.

In OFFERTA SCONTO su www.terranuovalibri.it

 

SFOGLIA UN'ANTEPRIMA DEL LIBRO


di Terra Nuova


Forse ti interessa anche:

Posta un commento